Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

Sesto San Giovanni per l'Unesco

 

08. La città si racconta - The Township Tells Its Story

Giri di vita - il progetto

Il progetto GIRI DI VITA partecipa al bando Sport e coesione sociale della Fondazione Comunitaria Nord Milano. Ha già mosso i primi passi e si svilupperà per tutto il 2015, concentrando nel semestre EXPO nuove iniziative vicine alle tematiche della sostenibilità ambientale e degli stili di vita sani.
Il progetto è stato approvato da Fondazione ed è in cerca di uno sponsor.

Giri di vita è il nuovo progetto che ci impegna da maggio 2014 fino a fine 2015. Il capofila è l’associazione Lavoro & Integrazione ONLUS. Il Comune è presente con Sesto per l’UNESCO, Giocheria e Informagiovani.Tutte le azioni sono state coprogettate per dare continuità a 16 no(n)ni per l’UNESCO, concluso a febbraio 2014, e per sperimentare nuove attività collettive, in collaborazione con il Parco Media Valle Lambro e numerosi gruppi locali, come il Sesto in bike, Sesto Proloco, il Gruppo Genitori della Giocheria, le GEV del PMVL, l’associazione nazionale Carabinieri.

Il progetto si rivolge a tutta la cittadinanza, in particolare alle famiglie, per rinsaldare il legame tra la città e i suoi abitanti e aiutare la città a immaginarsi come paesaggio, cioè insieme organico in cui coesistono identità storica, trasformazioni urbane e natura. Lo sport amatoriale in questo progetto diventa la leva per animare i luoghi, coinvolgere ampi strati della popolazione, dare ai partecipanti un ruolo attivo nel processo di riappropriazione degli spazi.

Il progetto poggia su tre azioni portanti:

  • le visite guidate al territorio
  • la costruzione di forni a energia solare, sulla traccia delle tematiche EXPO
  • l’introduzione di piccoli riti collettivi, che accompagnano le azioni e legano i cittadini ai luoghi e ai momenti di esperienza comune.

Le visite guidate al territorio

In programma abbiamo 4 esplorazioni sportive guidate ai siti di Sesto San Giovanni per l’UNESCO, e a luoghi d’interesse storico e ambientale nel territorio di Sesto o nelle vicinanze. Le ciclopasseggiate sono un modo efficace di visitare il territorio, comunicano entusiasmo fisico ed emotivo. Economiche ed ecologiche, permettono di collegare siti anche non troppo vicini tra loro. Sperimentiamo tra gli itinerari anche un percorso più breve a piedi, che include un’esperienza di fit-walking e congiunge area urbana e parco.
Per le visite guidate coinvolgiamo i nonni sestesi, che mettono a disposizione la loro memoria storica dei luoghi.

A titolo esemplificativo, proponiamo di seguito alcuni itinerari possibili.
Percorso “Da parco a parco”
Congiunge Parco Nord, Parco archeologico ex Breda e Parco Media Valle Lambro sulla traccia della memoria. Le possibili tappe sono: Parco Nord, area ex Breda (Carroponte, Torre dei modelli, residenze Breda), area ex Falck Concordia (con gli edifici industriali all’interno), collinette Falck nel PMVL con visione panoramica delle aree ex Falck.
Percorso “Villaggio Falck, aree ex Falck, collinette PMVL”
Mette insieme memoria e attualità, area urbana e periurbana, aree dismesse e già recuperate a parco. Le possibili tappe sono: villaggio Falck, centrale ex Sondel o MAGE, area ex Falck Unione o area ex Falck Concordia, collinette PMVL con visione panoramica delle aree ex Falck. L’esplorazione si arricchisce con la visita a una mostra sul Villaggio Falck. Questo percorso è a piedi.
Percorso “Da forno a forno”
Collega la visita dei siti della candidatura e del PMVL con la realizzazione e sperimentazione del Forno T6 . Il percorso può essere proposto durante la costruzione dei forni solari  oppure durante la sperimentazione della cottura nel forno (tappe possibili:  Campari, T3 o T5, PMVL, MAGE, picnic alle collinette PMVL o agli orti della Bergamella).

I forni solari T6

I forni solari sono di vari tipi e realizzabili anche con materiali di recupero. Sono diffusi nei paesi del sud del mondo perché a costo zero come impiego di energia e costruibili con materiali a basso costo. L’intervento dedicato al forno prevede una parte introduttiva per sensibilizzare sui temi della sostenibilità ambientale, del legame uomo e ambiente. E’ l’occasione per illustrare i modelli di forno e il processo di costruzione e per stimolare la formazione delle squadre dei costruttori.
Il forno rappresenta una piccola sfida da affrontare insieme e ha un valore simbolico: là dove c’erano i forni di fusione dell’acciaio costruiamo un forno che sfrutta energia alternativa per cucinare a costo zero.
Le ciclopasseggiate incrociano questa azione e conducono i cittadini in visita, permettendo anche a chi non partecipa direttamente alla realizzazione del forno di capire comunque di cosa si tratta. 
Giocheria e il Gruppo Genitori della Giocheria hanno già raccolto la sfida ed elaboreranno con i bambini questi temi  in un laboratorio.
La costruzione e sperimentazione dei forni è pensata nella seconda parte del progetto nel 2015 e incrocia le tematiche EXPO - Nutrire il pianeta. Energia per la vita.

I riti collettivi

Il progetto prevede laboratori per produrre “oggetti emotivi” da utilizzare durante i riti collettivi che accompagnano le escursioni. E’ un modo per stimolare la partecipazione emotiva nei visitatori e il legame affettivo verso i luoghi che si visitano.
Di seguito forniamo alcuni esempi di laboratori e riti.
Le “lanterne della memoria” possono essere costruite con barattoli di vetro, sui cui incollare la silhouette degli edifici visitati e al cui interno collocare una candela. Le lanterne vanno disposte lungo la riva del Lambro per accompagnare il varo delle “zattere delle emozioni”: foglie sulle quali il visitatore scrive l’emozione suggeritagli dal luogo visitato e che vengono abbandonate nel Lambro. Alternativamente le “lanterne della memoria” possono essere fatte con cartoncini colorati, su cui scrivere una parola o una breve frase che descrive l’emozione suscitata dalla visita.
Sottili fogli in legno di balsa possono essere usati per ritagliare le sagome stilizzate di alcuni edifici della candidatura. A fine di una biciclettata le sagome vengono colorate con i pastelli a cera dai bambini e appese agli alberi del Parco Media Valle Lambro. Oppure possono essere legate a palloncini (in lattice biodegradabile) e lanciate in cielo.
E queste sono solo alcune delle proposte che vorremmo realizzare!

I tempi del progetto

Il progetto parte ad aprile 2014, con una prima azione a maggio, e si chiude a fine 2015, concentrando nel periodo EXPO una parte delle visite al territorio e la realizzazione dei forni.

Siamo in cerca di uno sponsor!

Il progetto Giri di Vita ha vinto il bando Sport e coesione sociale di Fondazione Comunitaria Nord Milano. Per attivare il finanziamento siamo in cerca di uno sponsor.

Siamo in tanti!

Il capofila del progetto Giri di vita è l’Associazione Lavoro e Integrazione ONLUS. Il Comune di Sesto San Giovanni è partner e vede impegnati i settori Relazioni esterne (Sesto San Giovanni per l’UNESCO, Urban center) e Qualità urbana (ufficio Parco Media Valle Lambro), in collaborazione con Politiche giovanili e Sport (Informagiovani) e Servizi educativi (Giocheria). Il progetto ha il pieno supporto del Parco Media Valle Lambro, che ha funzione di stimolo e contestualizzazione per molte delle attività progettate. Parteciperanno inoltre agli eventi come volontari associazioni sportive e di gruppi informali locali, come il Pedale sestese, Sesto in bike, Sestopedia, il Gruppo Genitori della Giocheria.

Giri di vita - il progetto si trova in:

STAMPA

Ufficio

Sesto San Giovanni per l'UNESCO
piazza della Resistenza n. 20
Sesto San Giovanni (Mi)
tel:02.2496386/309
fax:02.2496312
Scrivici
per contattarci

 

© 2001-2015 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968, C.F. 02253930156
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su