Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

Sesto San Giovanni per l'Unesco

 

08. La città si racconta - The Township Tells Its Story

La collaborazione con il Politecnico di Milano - Design del prodotto per l'innovazione

A maggio 2013 gli studenti del corso di laurea magistrale in Design del prodotto per l’innovazione della Scuola del design del Politecnico di Milano hanno lavorato su Sesto San Giovanni. Studenti di varie nazionalità hanno visitato la nostra città e ci hanno dedicato tempo e attenzione.
Da parte nostra abbiamo fornito ai gruppi di lavoro un inquadramento storico e un orientamento sul progetto Sesto per l’UNESCO. Poi gli studenti si sono immersi nella realtà sestese, indagando per conto loro, esplorando la città ed entrando in contatto con i cittadini. All’analisi hanno aggiunto una grande dose di creatività ed elaborato proposte progettuali sorprendenti.
A coordinarli il prof. Maurizio Figiani.

Orienteering culturale

Molto più che uno spunto progettuale: un piano d’azione! Gabriele Basei e Carlo Ceruti propongono una strategia "per il coinvolgimento attivo degli studenti lombardi"
- identificando punti nevralgici e diverse utenze
- definendo un percorso di autoapprendimento
- abbozzando un percorso di visita
- suggerendo modalità di promozione.
Il tutto ponendosi come obiettivi la valorizzazione delle aree dismesse, l’attrazione di un maggior numero di turisti, la creazione di nuovi business e una più intensa collaborazione tra imprese, cittadini e comune.

Guarda il progetto di Gabriele e Carlo.

Point of view

Avvistare e visitare: arredo urbano disegnato su misura dei monumenti e app per esplorarne il passato e il presente. Ci hanno pensato Luisa Battistella, Gilda Negrini, Jasmine Pilloni, Riccardo Vendramin con una panchina a freccia che segnala l’edificio "da non perdere" e induce alla sosta per scoprire tutto ciò che il sito offre.

Guarda il progetto di Luisa, Gilda, Jasmine e Riccardo.

immagine tratta dal progetto
immagine tratta dal progetto

Uno sguardo sul passato

"Curiosità" e "tempo" sono le parole chiave del progetto che si concentra sui "documenti-monumenti" sestesi per riattivarli. Con questa intenzione Huijing Wu, Xiaowei Yu, Matteo Squaiella, Pierluigi Chiarello hanno immaginato un dispositivo che permette di "sbirciare" il passato, il presente e il futuro dei luoghi. E se lo sono immaginato in due versioni: quella da muro, perfetta per i muri delle fabbriche, e quella da terra, per spazi come il parco archeologico ex Breda!

Guarda il progetto di Huijing, Xiaowei, Matteo e Pierluigi.

Letters from the industry

Un percorso scandito da totem che si aprono come libri di metallo e contengono tutte le informazioni sul sito da visitare e le indicazioni per procedere alla tappa successiva. Il progetto di Dario Spera, Riccardo Landriani, Camila Alves Barros Cavalcanti, Alexander Bratt, Lital Moore invita a viaggiare nello spazio e nel tempo, collegando tra loro vari punti della città e raccontandone la storia.

 Guarda il progetto di Dario, Riccardo, Camila, Alexander e Lital.

immagine tratta dal progetto

Punti di vista

Quattro itinerari tematici, mappe da collocare alle fermate dei bus, stazioni informative fisiche e virtuali: ecco la proposta di Federico Ghignoni, Micol Polon, Georgi Novoselets, che hanno ragionato sulla storia e la geografia locale, sull’arredo urbano e su contenuti da fruire con smartphone e tablet alla mano.

Guarda il progetto di Federico, Micol e Georgi.

Sesto operaia

E’ a partire dalla tavola che Ehud Eldan, Martina Milano, Marianna Milione ci propongono il loro recupero della storia sestese con un set di posate che si chiamano come i semilavorati della siderurgia: blumo, vergella, bramma!
E proprio come gli attrezzi da lavoro, le posate Sesto Operaia sono essenziali, lineari, funzionali e... geniali.

Guarda il progetto di Ehud, Martina e Marianna.

immagine tratta dal progetto
immagine tratta dal progetto

RaContare

Lampioni posti lungo il percorso del parco archeologico ex Breda si attivano al passaggio dei visitatori, ma non è solo la luce ad accendersi: i sensori attivano pannelli luminosi con testi riferiti alla storia del luogo.
E’ un’idea di Gabriela Emmerich, Gabriela Georgette Lange, Grace Wong, Juliane da Costa Rojas, Yeo Ker Siang.

Guarda il progetto di Gabriela, Gabriela Georgette, Grace, Juliane e Yeo.

Facto

Giada Lagorio, Martina Dell’Acqua, Margherita Giacomozzi, Ran Levi sono gli ideatori di Facto. Sette teche, ognuna con un oggetto diverso al suo interno, che suggerisce un momento storico significativo. Ogni teca rimanda a un video che racconta una storia. Ogni video può essere condiviso da una community.

Guarda il progetto di Giada, Martina, Margherita e Ran

immagine tratta dal progetto

La collaborazione con il Politecnico di Milano - Design del prodotto per l'innovazione si trova in:

STAMPA

Ufficio

Sesto San Giovanni per l'UNESCO
piazza della Resistenza n. 20
Sesto San Giovanni (Mi)
tel:02.2496386/309
fax:02.2496312
Scrivici
per contattarci

 

© 2001-2015 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968, C.F. 02253930156
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su