Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

Sesto San Giovanni per l'Unesco

 

08. La città si racconta - The Township Tells Its Story

La città delle fabbriche - i totem dell'itinerario

Il progetto "La città delle fabbriche" nasce nel 2002 grazie alla Fondazione Isec (al tempo Istituto milanese per la storia dell’età contemporanea) e alla collaborazione del Comune di Sesto San Giovanni, con l’obiettivo di tutelare la memoria storica della città.

Prima iniziativa di questo lavoro sulla memoria è stata la collocazione in città dei totem dell’itinerario de "La città delle fabbriche", una mappa che disegna i punti più salienti dello sviluppo storico sestese e accompagna il visitatore in un viaggio nella Sesto San Giovanni del ’900.
I luoghi e gli edifici, segnalati dalla presenza di un pannello illustrativo, sono stati scelti in base alla loro rilevanza storica, economica e sociale, includendo anche le aree scomparse che, per loro importanza, sono fondamentali nella ricostruzione di una cronologia della storia sestese e nell’evocazione delle sue principali vicende.

Il percorso prende il via dalle cinque porte storiche di ingresso alla città. Da qui parte l’esplorazione delle aree cittadine che corrispondono ai maggiori insediamenti industriali, alle cascine, al centro storico. In questi luoghi si trovano i totem, corredati di testi e immagini, che illustrano le vicende dei luoghi della produzione, degli insediamenti abitativi e dei luoghi della vita colletiva.

"[...] perché la vecchia "città delle fabbriche" aveva in sé quelle potenzialità e quei valori atti a portare - non meccanicisticamente, è ovvio - agli esiti attuali. Essa infatti non si qualificava soltanto come un sistema produttivo di notevole qualità e denso di alte capacità tecnico-professionali. No, in quell’ambiente sociale e in quel sistema industriale si sono forgiate ed espresse visioni, concezioni, consapevolezze - i valori di libertà e di solidarietà, innanzitutto - propri di una comunità che non cede a degradazioni di sorta e che, al contrario, sa guardare avanti, rinnovarsi, progredire. [...]
In buona sostanza chi cammini per la città, e ancor più chi rifletta alla natura più intima della comunità di donne e uomini, ha modo di constatare che il detto secondo il quale non esiste soltanto la storia che è passato, ma esistono un passato del presente e un presente del futuro, ha qui una conferma evidente."

Gianni Cervetti, Presidente dell’Isituto milanese per la storia dell’età contemporanea, citazione dal catalogo "La città delle fabbriche - viaggio nella Sesto San Giovanni del ’900"

Parallelamente alla formulazione dell’itinerario e all’istallazione dei totem è stato pubblicato un catalogo e una mappa che consentono di orientarsi nell’itinerario. Sul sito del MIL trovate una presentazione del progetto e dell’itinerario con una mappa cliccabile, che racconta punto per punto la città di Sesto.

Al momento è in corso un’opera di restauro e riqualificazione dei totem presenti sul territorio sestese.

mappa pubblicata sul sito del MIL, foto di uno dei totem, copertina del catalogo La città delle fabbriche - Viaggio nella Sesto San Giovanni del ’900

La città delle fabbriche - i totem dell'itinerario si trova in:

STAMPA

Ufficio

Sesto San Giovanni per l'UNESCO
piazza della Resistenza n. 20
Sesto San Giovanni (Mi)
tel:02.2496386/309
fax:02.2496312
Scrivici
per contattarci

 

© 2001-2015 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968, C.F. 02253930156
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su