Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

Sesto San Giovanni per l'Unesco

 

09. La città si mobilita - The Township Rallies Round

Le iniziative del 2013 da luglio a settembre

Logo di AUDIS

Incontro con il Ministro alla Coesione territoriale Trigilia
2 luglio 2013

Mercoledì 2 luglio la Sindaco Monica Chittò, presidente dell’Associazione Aree urbane dismesse (AUDIS), è andata a Roma con una delegazione dell’associazione per un incontro con il Ministro alla Coesione territoriale Carlo Trigilia.
Monica Chittò, portavoce della delegazione, ha illustrato il protocollo della qualità urbana elaborato da AUDIS sul tema della riqualificazione delle aree dismesse auspicando una collaborazione fattiva. Il Ministro, ribadendo l’importanza che svolge il progetto "Politica nazionale delle città" proposto dal suo Ministero per migliorare la programmazione e l’uso efficiente dei fondi comunitari, ha risposto positivamente all’offerta di collaborazione avanzata da AUDIS, che si avvale di una lunga esperienza di rigenerazione urbana già avviata da tante città associate.

Leggi il comunicato stampa


logo del LIB

Camera di commercio e Comune di Sesto San Giovanni pronti a rilevare il LIB
5 luglio 2013  

Con lettera indirizzata al curatore fallimentare, la Camera di Commercio di Milano e il Comune di Sesto San Giovanni hanno confermano il loro interesse a rilevare il ramo d’azienda di Milano Metropoli SpA, relativo all’incubatore d’impresa LIB (Laboratorio innovazione Breda) di Sesto San Giovanni, che conta circa trenta aziende con sede al suo interno. L’iniziativa conferma la grande l’attenzione di Sesto San Giovanni al mondo del lavoro e delle start up innovative che costituiscono un’importante opportunità di impiego e di servizi alle imprese. Il  recupero dell’incubatore,  la sua salvaguardia e la valorizzazione di questa realtà di eccellenza del nostro territorio rappresentano un utile strumento per il sistema imprenditoriale, soprattutto in un momento di estrema difficoltà come quello che stiamo attraversando.

Leggi il comunicato stampa


logo del Parco Media Valle Lambro

Parco Media Valle Lambro: entrano Monza e Milano. Sesto San Giovanni approva il protocollo d’intesa
19 luglio 2013

Parco Media Valle Lambro (PMVL) si avvia a divenire un parco metropolitano di 6 milioni di metri quadrati. La Giunta di Sesto ha approvato lo schema di protocollo d’intesa con i comuni Cologno Monzese, Brugherio, Milano e Monza per consentire ai due capoluoghi di inserire le loro aree verdi all’interno del parco.
Il Parco Media Valle Lambro rappresenta la connessione verde di un sistema articolato, formato dai centri di Milano, Monza, Sesto, Brugherio e Cologno Monzese e dal sistema dei parchi del Nord Milano. Il protocollo d’intesa traccia la strada da seguire per l’evoluzione del parco che, da una estensione di 296 ettari, raddoppierà la superficie manifestando la grande portata del progetto: agire sull’intero sistema ambientale del Lambro proseguendo a nord fino a Monza, e riconnettendosi a sud al Parco Adriano, al Parco Lambro e al Parco Maserati fino a raggiungere il Parco Agricolo Sud Milano in corrispondenza dell’Idroscalo e del Parco Forlanini. Il progetto prevede la riqualificazione del fiume Lambro e degli ambiti degradati e sottoutilizzati, la valorizzazione delle aree agricole, la tutela e valorizzazione dei beni di archeologia industriale, il mantenimento di una forma di gestione semplice ed economica.
Il PMVL è una straordinaria opera collettiva: un progetto pubblico nato dal basso reso possibile dal contributo prima di tutto degli abitanti, singoli e radunati in associazioni, e poi di enti e istituzioni, tecnici e amministratori, esperti e appassionati.

Leggi il comunicato stampa


logo di Alstom

Area Vulcano: al via le opere di urbanizzazione per accogliere il nuovo polo di ricerca Alstom
25 luglio 2013

Nei primi giorni di agosto sono iniziati iniziati i lavori nella porzione di area Vulcano che accoglierà il nuovo polo di ricerca Alstom. La Giunta comunale ha, infatti, dato il via al progetto definitivo del primo stralcio delle opere di urbanizzazione che doteranno l’area delle infrastrutture necessarie ad accogliere la nuova sede del centro produttivo e di ricerca del settore Grid di Alstom.
Entro fine anno termineranno i lavori inerenti questa prima parte progettuale mente le ulteriori opere di urbanizzazione programmate saranno completate entro aprile 2014.

Leggi il comunicato stampa


Logo aree ex Falck

Continua l’iter per la realizzazione della Città della Salute
25 luglio-5 settembre 2013

Continua il lungo e complesso iter per la realizzazione della Città della Salute nella nostra città e la riconversione delle ex acciaierie Falck:

  • Il 25 luglio la Giunta comunale di Sesto San Giovanni ha approvato la delibera di condivisione dei contenuti dell’accordo di programma sulla Città della Salute e della Ricerca.
    Leggi il comunicato stampa
  • Il 30 luglio il Consiglio comunale di Sesto San Giovanni ha approvato l’accordo di programma siglato tra Regione Lombardia, Ministero della Salute, Comune di Sesto, Istituto dei Tumori, Neurologico Besta e Infrastrutture Lombarde per la realizzazione della Città della Ricerca e della Salute sulle aree Falck. L’accordo definisce i tempi e i modi per realizzare sulle aree Falck il grande polo di cura e di ricerca.
    Leggi il comunicato stampa
  • Il 5 settembre si è tenuta ila prima seduta della Conferenza di Servizi Istruttoria convocata da Regione Lombardia, nell’ambito del procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale.

Vai allo sportello dedicato


immagine di Paolo Rosa

Addio a Paolo Rosa
27 agosto 2013

Nella notte tre il 19 e il 20 agosto ci ha lasciati Paolo Rosa, artista e intellettuale, nostro concittadino. Tra i fondatori di Studio Azzurro, ha attraversato e segnato diversi mondi con la sua capacità di vedere lontano, dal design al cinema, alle arti visive. Ha sempre affiancato alla sua attività professionale un intenso impegno civico, offrendo alla città il contributo della sua intelligenza e creatività come il museo di  Spazio MIL.
Paolo Rosa amava le persone, amava la loro intelligenza e la loro sensibilità, come sanno bene tutti coloro che lo hanno conosciuto; amava la sua città di adozione, la nostra Sesto, i suoi luoghi segnati dalla storia passata, la “città delle fabbriche”, e da quella che ancora dovrà essere, luoghi tutti da ripensare, per i quali aveva progetti e passioni che condivideva, nella sua maniera generosa, con l’Amministrazione comunale.
Attraverso le sue parole potevamo vedere una nuova idea di città prendere forma, un luogo che tornasse a renderci tutti più liberi e felici, dove cultura, arte e bellezza diventavano luoghi concreti dove studiare, lavorare, incontrarsi, vivere.
La morte improvvisa e prematura di Paolo Rosa lascia un grande vuoto e un grande dolore. Tenere care le sue idee, le sue visioni e il suo sorriso dentro ciò che faremo nella città sarà uno dei modi per averlo sempre con noi.
Il 27 agosto alla Fabbrica del vapore di Milano il Sindaco Monica Chittò ha partecipato, in rappresentanza di tutta la città, alla commovente cerimonia di saluto dell’artista dove, stringendosi con affetto alla famiglia, ha ricordato con gratitudine Paolo Rosa che “pensava e viveva l’arte come dialogo e non come dominio”.

Leggi il comunicato stampa


logo dell’evento

“Wiki loves monuments Italia”, concorso fotografico mondiale dedicato al patrimonio culturale
1 settembre - 23 novembre 2013

Quest’anno anche Sesto San Giovanni ha aderito all’edizione italiana del grande concorso fotografico mondiale dedicato al patrimonio culturale “Wiki loves monuments Italia”, un progetto promosso da Wikimedia Italia che produce, raccoglie e divulga gratuitamente contenuti liberi che migliorano l’accesso alla conoscenza e alla formazione culturale. Questo progetto, in particolare, permetterà di illustrare le voci di Wikipedia in tutte le sue 280 edizioni. Wiki Loves Monuments è, quindi, un importante strumento per occuparsi dei propri monumenti, farli conoscere e rendere più visibile un pezzo della storia cittadina. Nell’edizione del concorso dello scorso anno, alla quale hanno aderito 32 paesi in 5 continenti, con 15.019 partecipanti, l’Italia si è classificata al 13° posto per numero di immagini caricate. Dall’1 al 30 settembre, previa registrazione su Wikimedia Commons, è stato possibile per chiunque partecipare a “Wiki loves monuments Italia”: bastava caricare le proprio foto sul sito dedicato al concorso nazionale. Successivamente è partita la selezione e scelta delle immagini candidate a partecipare al concorso internazionale. La lista dei monumenti fotografabili a livello mondiale era lunghissima: edifici, sculture, siti archeologici, strutture architettoniche, siti naturali e interventi dell’uomo sulla natura; opere che hanno grande valore dal punto di vista artistico, storico, estetico, etnografco e scientifico. 
Sabato 23 novembre alla libreria Hoepli di Milano sono state premiate le prime dieci fotografie selezionate dalla giuria, tra le 8082 scattate in tutta Italia.
La foto che si è classificata terza ritrae il capannone Bramme dell’area ex Falck Unione! Un grazie a Cristina Meneguzzo, l’autrice dello scatto, che ha portato Sesto San Giovanni sul podio di questo concorso nazionale.

Vai alla data dell’incontro
Guarda le prime dieci foto classificate
Leggi il comunicato stampa conclusivo


immagine dell’evento

Mostra fotografica “Vivere in via Campari - Storia di una trasformazione urbana 1904-2013” a Villa Mylius
7-29 settembre

Dal 7 al 29 settembre Villa Mylius ha ospitato la mostra fotografica “Vivere in via Campari - Storia di una trasformazione urbana 1904 – 2013”. L’evento, curato Moretti Real Estate (Gruppo Moretti) e patrocinato dal Comune di Sesto San Giovanni, ha proposto una interessante  documentazione  sulla trasformazione urbana di via Campari: un nuovo modo di  pensare e vivere il tessuto urbano
all’interno di una città in continuo cambiamento.

Vai alla data dell’incontro


immagine dell’evento

“Labour film festival” Rassegna dedicata al mondo del lavoro al Teatro Rondinella
9 settembre-10 ottobre 2013

Giovedì 10 ottobre, con il concerto di Marco Ravelli Viaggio al termine del lavoro, si è conclusa la nona edizione del “Labour Film Festival”, la rassegna cinematografica promossa da Cisl e Acli Lombardia con il Cinema Teatro Rondinella di Sesto San Giovanni che, da quest’anno, oltre a presentare opere che hanno come argomento il lavoro, si è allargata a tematiche ambientali e sociali, spesso contigue e in relazione con il lavoro stesso.
La manifestazione, una delle più importanti del suo genere in Italia, rinnova la struttura delle scorse edizioni, con la suddivisione delle proposte filmiche in tre distinte sezioni (Labour.short,Labour.doc e Labour.film), inserendo una quarta sezione dal titolo Labour.song.
Quindi in sintesi:
Labour.short, che ha presentato corti di autori che si cimentano sui temi sociali, ambientali e del lavoro con opere di breve durata fino ad un massimo di 30 minuti; Labour.doc, rassegna del documentario di maggiore impegno creativo e produttivo; Labour.film, con una selezione dei lungometraggi più significativi che la stagione ha proposto, alcuni più noti, altri meno, ma tutti di sicuro interesse; Labour.song, con il concerto dal vivo di Marco Rovelli Viaggio al termine del lavoro, tra canzoni della tradizione e momenti più autoriali.
Tre anche le giornate di proiezione, oltre ai tradizionali appuntamenti di lunedì e giovedì sera, infatti, tutti i mercoledì pomeriggio, sono stati riproposti alcuni titoli della selezione serale e, martedì 17 settembre, direttamente dalla Mostra del Cinema di Venezia, è stato proposto il nuovo film di Gianni Amelio L’intrepido, con Antonio Albanese e Sandra Ceccarelli.

Vai alla data dell’incontro


logo di EX Cover 

EX Cover - Un libro non si giudica dalla copertina... sarà vero? Concorso e mostra all’Archivio Giovanni Sacchi
13 settembre-24 novembre 2013

EX Cover è un concorso pensato dall’Archivio Giovanni Sacchi e Magutdesign per dar modo a giovani illustratori, grafici, designer, fumettisti under 30 e ai lettori più intraprendenti e fantasiosi di reinventare, secondo il proprio gusto e la propria personale visione, la copertina del libro a cui sono maggiormente affezionati.
L’iniziativa ha offerto la possibilità alla nuova generazione di creativi (e non solo) di dare il proprio contributo per coinvolgere e avvicinare sempre più persone alla lettura.
Gli elaborati arrivati al concorso sono stati 190, provenienti da tutta Italia (Venezia, Palermo, Firenze, Bologna, Torino oltre che ovviamente la nostra Sesto San Giovanni). Tanto che gli stessi vincitori provengono da due aree differenti: l’una è di Arezzo, mentre l’altro è uno studente dello IUAV di Venezia.
Questi i vincitoriper ognuna delle due categorie in gara:
A Bruno Sedja con la copertina di "Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde" (L. Stevenson) è stato attribuito il premio per la categoria under 30 (studenti di grafica-design o laureati nel settore), mentre Ilaria Gradassi con la copertina di "Mr. Vertigo" (P. Auster) ha vinto un monte libri concorrendo per per la sezione semplici lettori.
Tutti gli elaborati sono stati tema di una mostra che ha assegnato un ulteriore premio: la menzione speciale dei giudizi del pubblico a Laura Melzi (orgoglio cittadino, essendo di Sesto!) con la copertina di "Libertà" (J. Franzen).
L’ottimo successo dell’evento è stato evidenziato da ben 450 visitatori che hanno espresso il loro voto!
Il progetto EX Cover è stato curato da Alice Brioschi e Marinunzia Ragazzo, progetto grafico di María Dolores Selma Rosell con il patrocinio del Comune di Sesto San Giovanni e di AIAP.

Vai alla data dell’incontro
Vedi la top ten degli elaborati


“Illumina il tuo tempo libero". I corsi del MAGE
21 settembre 2013

Sabato 21 settembre, la grande festa Tellus animata da esibizioni di musica live, dj set e performance artistiche in streaming, ha fatto da madrina alla presentazione dei 17 corsi e workshop che si terranno al MAGE (Magazzini generali Falck) da ottobre 2013 a maggio 2014.
Il MAGE, un gioiello di archeologia industriale di grande fascino, candidato a diventare patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, conserva un valore aggiunto che si trasferisce nelle nuove attività ospitate al suo interno.
I corsi proposti spaziano dal mondo della manualità  - come la creta, il raku - alla strumentazione  utile a potenziare la propria attività: come realizzare foto e video professionali o come posizionarsi in cima alle classifiche di Google o, ancora, scrivere bandi e ottenere finanziamenti da fondazioni o altre istituzioni. Per i più tecnologici, anche un workshop di digital fabrication dedicato alla stampa 3D.
I laboratori sono tenuti dai titolari delle Multifactory che svolgono la loro attività lavorativa quotidiana presso lo spazio MAGE. Appassionati, hobbisti e freelance, attingendo alle svariate competenze dei professionisti presenti in questo magico luogo di produzione di oggetti e servizi, potranno creare nuove connessioni lavorative e sostenere nuove attività produttive o artistiche .

Vai alla data dell’incontro


logo della Galleria Campari

"Serata Futurista in guanti di Daino” alla Galleria Campari
26 settembre 2013

In occasione del centenario delle “Serate futuriste”, che si tennero dal 1910 al 1914 su impulso di F.T. Marinetti, la Galleria Campari ha proposto il recital "Serata Futurista in guanti di Daino". Lo spettacolo è stato completato dalla lettura di testi futuristi e dalla  proiezione di immagini Campari d’epoca. L’intenso coinvolgimento emotivo della serata ha reso degno omaggio a Fortunato Depero e alla storica relazione tra il brand Campari e il movimento futurista. 

Vai alla data dell’incontro


immagine dell’evento

"Scatta e pedala! Giornate europee del patrimonio 2013"
28 settembre 2013

Anche Sesto San Giovanni con “Scatta e pedala!” habsp; partecipato alle Giornate europee del patrimonio: un safari fotografico in bicicletta che, partendo dal Carroponte e finendo alla Campari, ha toccato alcuni siti della candidatura di Sesto per l’UNESCO. L’interessante tour ha avuto come guide d’eccezione alcuni nonni ex lavoratori della Breda e della Falck che hanno arricchito il percorso con racconti e aneddoti delle loro vite all’interno delle due grandi fabbriche sestesi. Le Giornate europee del patrimonio” sono nate da un’iniziativa congiunta del Consiglio d’Europa e della Commissione europea, in Italia promossa dal Ministero dei Beni e delle attività culturali.

Vai alla data dell’incontro


logo 16 no(n)i per l’UNESCO

 "16 no(n)ni per l’UNESCO" continua...
28 settembre-11 ottobre 2013

Proseguono le iniziative del progetto "16 no(n)ni per l’UNESCO" nato per promuovere la candidatura di Sesto a patrimonio dell’umanità UNESCO, spiegarla, suggerire il confronto tra il passato e il presente e raccontare il grande apporto della cittadinanza.
Dal 28 settembre all’11 ottobre la Giocheria ha curato e realizzato laboratori per le classi IV delle scuole elementari sestesi. Durante questo coinvolgente percorso i ragazzi hanno potuto ripercorrere la storia passata della città e appassionarsi progettando quella futura.

Vai alla pagina dedicata al progetto
Vai alla pagina dedicata ai laboratori della Giocheria

Le iniziative del 2013 da luglio a settembre si trova in:

STAMPA

copertina della rassegna eventii luoghi di Sesto dove si organizzano iniziative

Ufficio

Sesto San Giovanni per l'UNESCO
piazza della Resistenza n. 20
Sesto San Giovanni (Mi)
tel:02.2496386/309
fax:02.2496312
Scrivici
per contattarci

 

© 2001-2015 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968, C.F. 02253930156
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su