Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

Sesto San Giovanni per l'Unesco

 

09. La città si mobilita - The Township Rallies Round

Le iniziative del 2012 da aprile a giugno

Immagine di Pier Paolo Pasolini

Il Ring Nord diventa viale Pier Paolo Pasolini
aprile 2012

Il Ring Nord, il tratto di strada che collega viale Casiraghi alla rotonda di viale Gramsci, diventa viale Pier Paolo Pasolini. Lo ha deciso la Giunta comunale che ha scelto di intitolare la strada al grande poeta, intellettuale e regista italiano.
“Nel 1967, ha dichiarato l’Assessore ai Lavori Pubblici Vincenzo Amato, Pasolini ha girato a Sesto la scena finale di Edipo Re, nella quale Ninetto Davoli gioca a pallone nella vicina via Trento e, poco dopo, assiste all’uscita degli operai dallo stabilimento Unione della Falck. Il nostro vuole essere un omaggio a uno dei più grandi intellettuali italiani del ‘900. La la scelta di intitolare a lui una strada tutto sommato periferica della città rimanda alla sua visione del mondo, alla sua vicinanza ai ceti popolari”.

Vai alla data dell’incontro


Logo di Alstom Powel

13 aprile
Alstom investe a Sesto: sull’area Vulcano nascerà un polo di produzione e ricerca sulla trasmissione di energia

La multinazionale francese Alstom ha concluso nei giorni scorsi un contratto che permetterà la nascita a Sesto di uno stabilimento all’avanguardia mondiale per la ricerca e l’innovazione tecnologica nel settore dell’energia. Il gruppo Alstom già presente in città sull’area ex Ercole Marelli con le sue divisioni Power e Transport, realizzerà il nuovo polo tecnologico nell’area ex Vulcano e, con i suoi nuovi 140 addetti, costituirà un altro importante insediamento produttivo di eccellenza per la città.

Leggi il comunicato stampa


Logo della Galleria Campari

Aperture straordinarie della Galleria Campari
16-22 aprile

La Galleria Campari, in occasione del Salone del Mobile, ha regalato agli amanti e curiosi del design un’apertura straordinaria dal 16 al 22 aprile. Numerosi appassionati hanno potuto così visitare l’esposizione permanente allestita nello storico edificio liberty dell’ex stabilimento di viale Gramsci. Un percorso multimediale e sensoriale che ripercorre la storia del marchio attraverso oggetti e opere di artisti che hanno reso famosa Campari in tutto il mondo.

Leggi il comunicato stampa
Vai allo sportello dedicato


immagine dell’evento

Un Distretto dell’energia nel Nord Milano
20 aprile 2012

Approvato oggi il protocollo d’intesa tra i comuni del Nord Milano e piccole, medie e grandi imprese che si occupano di produzione, distribuzione e ricerca nel settore energetico, per costituire un Distretto dell’energia. L’obiettivo primario è creare un patto di filiera tra aziende, pubblica amministrazione, istituti di credito e sindacati che permetterà di valorizzare la competitività, la produttività, l’occupazione e la formazione, e di attrarre nuovi investimenti. Nella nostra città a grandi aziende come ABB, Alstom Power e Ansaldo, si accostano piccole e medie aziende che sono in grado di dare occupazione a circa 2000 lavoratori, per un fatturato annuo di quasi un miliardo di euro. L’intesa rappresenta un importante punto di partenza per un confronto con il Ministero dello sviluppo, con la Regione e con la Provincia, per dare concretezza e fattibilità agli obiettivi del Distretto.

Leggi il comunicato stampa
Vai allo sportello dedicato


immagine dell’installazione

Installazione dell’artista Fabrizio Bellomo al Carroponte
5 maggio-15 ottobre 2012

Dal 5 maggio all’interno dell’area occupata dagli ex stabilimenti Breda fa bella mostra una gigantesca installazione dell’artista Fabrizio Bellomo che rimarrà esposta sino al 15 ottobre.
L’opera consiste in due striscioni di 12,7 metri di lunghezza per 4 di altezza, rivolti uno verso l’interno del Carroponte e l’altro verso l’esterno in una sorta di effetto bifacciale che ingloba i pilastri sfruttandone gli elementi architettonici. Le immagini riproducono in grande formato una placca metallica - una tabella educativa, come veniva chiamata nei primi anni del secolo - trovata dall’artista in una fabbrica dismessa. L’immagine-testo esorta: Abbi cura della macchina su cui lavori. E’ il tuo pane! Nella sua semplicità la frase costituisce un riferimento immediato al mondo del lavoro e al rapporto uomo-macchina. Fabrizio Bellomo ha realizzato un intervento estremamente sintetico e capace di attivare relazioni immediate, visive, con lo spazio e con il tempo. Da un lato il progetto evidenzia e consolida nel manufatto Carroponte la memoria industriale dell’area, amplificandone la funzione di monumento. Dall’altro introduce una dimensione straniante, che ci mette di fronte alla criticità della trasformazione in atto: dalla produzione industriale a quella culturale, dalla società degli oggetti a quella dell’informazione.

Vai alla scheda dedicata 


immagine del bunker Breda 

Bombe sulla città. Storia memoria e arte nei bunker Breda
8 maggio 2012

Ecomuseo Urbano Metropolitano Milano Nord, in collaborazione con ISEC - Istituto per la storia dell’età contemporanea, ha organizzato martedì 8 maggio una visita guidata ai rifugi antiarei della Breda Aeronautica. Numerosi cittadini hanno partecipato al percorso storico ed emozionale arricchito dal racconto di testimoni che hanno partecipato alla Resistenza o vissuto l’esperienza della guerra. A conclusione del tour, un gradito fuori programma: i visitatori sono stati accompagnati a visitare la mostra fotografica di Isabella Balena "Ci resta il nome", allestita all’Archivio Giovanni Sacchi.

Vai alla data dell’incontro


logo della Galleria Campari

“Mostra Camparisoda 80 anni e non sentirli” alla Galleria Campari
10 maggio-21 dicembre 2012

Si è aperta giovedì 10 maggio alla Galleria Campari la mostra “Camparisoda, 80 anni e non sentirli: da Fortunato Depero a Franz Marangolo, da Guido Crepax a Franco Scepi”. La mostra, visitabile sino al 21 dicembre, attraverso una quarantina di grafiche originali inedite racconta la storia di successi del celebre aperitivo attraverso artisti che con le loro espressioni creative hanno contribuito a renderlo unico nel tempo. Alla serata inaugurale era presente l’eclettico artista Franco Scepi, considerato il successore di Depero in Casa Campari. In questa occasione è stata presentata la nuova etichetta d’autore realizzata da Ugo Nespolo. Questa etichetta reinterpreta il manifesto Spiritello disegnato da Leonetto Cappiello nel 1921 e vestirà un’edizione limitata di bottiglie Campari, rinnovando il legame del brand con l’arte.
In occasione del Family Day 2012, inoltre, dal 29 maggio al 2 giugno la Galleria Campari ha organizzato aperture straordinarie con visite guidate alla mostra e agli spazi espositivi.


Immagine tratta dalla locandina

“Psicologi in fabbrica. Storie e fonti” alla Fondazione Pirelli, Milano
16 maggio 2012

La giornata di studio ha proposto una riflessione sulla storia della psicotecnica e della psicologia del lavoro, con una particolare attenzione per le fonti archivistiche, partendo dalle esperienze di Agostino Gemelli, Cesare Musatti, Francesco Novara, Ottiero Ottieri e dagli archivi di Olivetti, Pirelli, Ugo Pizzioli e Vito Massarotti, Giulio Cesare Ferrari.
L’incontro è stato organizzato da Fondazione ISEC con ASPI-Archivio storico della psicologia italiana, Fondazione Pirelli e Soprintendenza archivistica per la Lombardia.

Vai alla data dell’incontro


immagine tratta dalla locandina

“Tra memoria ed epica: la Resistenza nella letteratura” all’Archivio Giovanni Sacchi
20 maggio 2012

A cura della fondazione ISEC domenica 20 maggio all’archivio Giovanni Sacchi si è tenuto l’incontro “Tra memoria ed epica: la Resistenza nella letteratura”, una conversazione sui fenomeni letterari relativi alla Resistenza. Il tema si è sviluppato a partire dai romanzi usciti immediatamente a ridosso del periodo partendo da Uomini e no di Vittorini (1945) e Il sentiero dei nidi di ragno di Calvino (1947), sino ad arrivare alle opere che risentono di uno sguardo più distanziato nel tempo, come i libri di Beppe Fenoglio e di Luigi Meneghello, usciti negli anni Cinquanta e Sessanta.
In occasione dell’incontro è stata organizzata una visita guidata dall’autrice, Isabella Balena, alla mostra fotografica “Ci resta il nome”. Viaggio tra i luoghi della memoria della seconda guerra mondiale in Italia.

Vai alla data dell’incontro


logo del Carroponte

Rassegna “Carroponte 2012” al Carroponte
24 maggio-24 settembre 2012

Giovedì 24 maggio l’esibizione ethio-jazz del grande Mulatu Astatke, ha dato il via alla rassegna “Carroponte 2012”. Carroponte, come hanno dimostrato le scorse edizioni, è un importante luogo di incontro, di produzione e diffusione di idee, dove la storia attuale incontra quella passata. Si presentano libri, i bambini partecipano a laboratori creativi, si scoprono talenti e genialità nascoste. Carroponte è un’esperienza che ha nella cultura il suo cuore pulsante e prova a metterla a disposizione e al servizio di tutte e tutti.
ARCI Milano, come di consueto, ha curato un calendario di eventi all’insegna della qualità artistica, dell’impegno e aggregazione sociale, della cultura e della convivialità. Fino al 16 settembre, tutte le sere, il variegato cartellone ha animato l’estate sestese alternando sul palco artisti nazionali e internazionali: dai Casinò Royale ai Punkreas, dai Vallanzaska a Fink, da Petra Magoni e Ferruccio Spinetti a Xavier Rudd, da Nneka ai Klezmatics e poi, per citarne solo alcuni... Sébastien Tellier, Paolo Benvegnu, Dave Muldoon, Caparezza, Gogol Bordello, Sud Sound System, Derozer, J-Ax, Club Dogo, Rock in Idrho, Cristina Donà, Vinicio Capossela, la Banda Osiris, Tonino Carotone e, ancora... la musica gitana di Balcania, una rassegna cantautoriale curata da II Palco della Luna, il concerto contro le mafie Terra in bocca, poesia di un delitto con i Giganti e altri protagonisti di quarant’anni fa, il grande concerto di solidarietà degli Egokid che hanno regalato la loro musica a Emergency.
Non solo musica, ma anche teatro, cabaret e danza per tutti i gusti, ecco alcune delle proposte:

  • Too Genius Freaks Festival grande evento pluriculturale comprendente arti visive (fotografia, pittura, fumetto) e musica live.
  • Ascanio Celestini con I discorsi alla nazione.
  • Tre serate di teatro cucina con menu a tema proposte da Convivio in collaborazione con il ristorante II Maglio.
  • Tre irresistibili spettacoli di teatro comico a filigrana sociale portati in scena dal Teatro della cooperativa: "Io santo tu beato", con Renato Sarti e Bebo Storti, "Showpero - una protesta inutile a fini personali" di e con Flavio Pirini e Pasqualino Conti e "I consumisti mangiano i bambini" di Diego Parassole.
  • La Compagnia Itineraria ha proposto tre spettacoli focalizzati sul filone del teatro civile e l’analisi sociale: "H2Oro", "Q. B. Quanto basta, stili di vita per un futuro equo" e "Identità di carta - Una sola razza: la razza umana".
  • Prosa et Labora Festival
    Una ricchissima giornata dedicata ai lavoratori e non lavoratori precari, atipici, con un particolare focus sul mondo dell’arte, della cultura, dello spettacolo e della creatività. Hanno partecipato tante e diverse realtà culturali e teatrali milanesi e del territorio con mostre, spettacoli, performance, workshop gratuiti, sportelli informativi, laboratori e tanto altro.
    Un dibattito aperto a tutti con importanti figure delle istituzioni, del sindacato e del mondo della cultura.

Visto il successo riscontrato nella scorsa edizione anche quest’anno sono stati riproposti:

  • Il maxischermo per seguire le Olimpiadi e gli Europei di calcio.
  • So-stare - Al Carroponte non si passa, al Carroponte si so-sta. La sua vocazione sociale e aggregativa ha proposto un cartellone con tante attività rivolte ai giovani, alle famiglie, ai bambini: la libreria Interno4, l’area lounge Felicittà, l’area Mangia&Bevi con polpetteria, pizzeria e friggitoria e griglieria.
  • Lo spazio Carroponte Kids per i più piccoli: due aree coperte con materiali creativi e giochi e, nei weekend, laboratori e spettacoli.

Il tutto all’insegna della sostenibilità: materiali di recupero dei laboratori di Made in MAGE per l’area lounge, acqua gratis, utilizzo di materiali biodegradabili e promozioni per chi arrivava in bici.
Il programma è disponibile sul sito http://www.carroponte.org/, ora arricchito da una scheda che ripercorre la storia dell’area archeologica ex Breda dal 1903, anno di apertura degli stabilimenti, ad oggi. 
La stagione 2012 ha registrato un successo record: oltre 200mila spettatori presenti!

Vai alla data dell’incontro


logo Made in MAGE

Nuova apertura del Re-Store Made in MAGE agli ex magazzini generali Falck Concordia Sud
26 maggio 2012

Il 26 maggio ha riaperto al pubblico il Re-Store Made in MAGE negli ex magazzini generali Falck Concordia Sud (MAGE).
Made in MAGE, incubatore della moda e design sostenibile, è un progetto sperimentale di riuso temporaneo promosso nell’ambito della ricerca-azione Tempo Riuso e gestito da ARCI Milano. L’obiettivo del progetto, attivo da gennaio 2011 a dicembre 2013, è quello di promuovere e sostenere le realtà artigianali e creative legate ai temi della moda e del design sostenibile.
Il programma della giornata, aperta dal torneo di ping pong dei ragazzi della scuola Achille Grandi di Sesto e dallo spettacolo teatrale "Rumori fuori scena" liberamente tratto da Romeo e Giulietta, ha dato modo al pubblico di visitare le botteghe e partecipare a workshop e laboratori di fotografia, di taglio vetro e riuso creativo del PVC.

Vai alla data dell’incontro


Logo della Galleria Campari

Aperture straordinarie della Galleria Campari -  “Conversazioni con...”
2 giugno-dicembre 2012

La  cornice della Galleria Campari di viale Gramsci ha aperto i battenti con aperture straordinarie che per tre serate, da giugno a dicembre, hanno ospitato l’iniziativa “Conversazioni con...”. Personalità di spicco del panorama artistico, architettonico e del design si sono confrontate con il pubblico in stimolanti dialoghi sulle tematiche relative alla loro attività.
Programma

  • 12 giugno
    Camparisoda un’icona senza tempo: quando la pubblicità diventa arte - Conversazione con Philippe Daverio. Philippe Daverio, storico dell’arte, ha indagato sil complesso rapporto tra due forme espressive in apparenza in antitesi, come arte e pubblicità, approfondendone gli aspetti di connessione e contaminazione e riflettendo sul percorso che porta dallo slogan all’icona.
  • 3 ottobre
    Architettura, oggetto e immaginario, tre dimensioni della forma. Una lectio magistralis nella quale Mario Botta, architetto, ha indagato il tema della forma nello spazio: da quella architettonica del nuovo building Campari progettato dall’architetto stesso, a quella dell’oggetto della bottiglietta Camparisoda di Fortunato Depero, fino alla forma simbolica dell’immaginario, della socialità e della comunicazione.
  • dicembre
    Il designer Matteo Ragni ha proposto il tema Le icone di design: Camparisoda dal REDesign al progetto Gate 3, temporary studio.
     

Logo del progetto LAIV

Spettacolo teatrale "Fondati sul lavoro"  allo spazio MIL
6 giugno 2012

Lo spettacolo, realizzato da due classi dei corso audiovisivo dell’Istituto di Istruzione Superiore di Monza (IIS), fa parte dei saggi di fine anno dei laboratori teatrali tenuti da attori e registi di Pandemonium Teatro nelle scuole del territorio milanese nell’ambito del progetto LAIV - Laboratorio delle Arti Interpretative dal Vivo. L’iniziativa, finanziata dalla Fondazione Cariplo, era rivolta a studenti e insegnanti delle scuole superiori lombarde con l’obiettivo di avvicinarli alla pratica della musica e del teatro attraverso laboratori dedicati. Nella rappresentazione i ragazzi hanno trattato con estrema bravura il tema del passaggio dalla civiltà contadina a quella industriale e post-industriale nell’area Monza-Sesto San Giovanni. Il copione, diviso in cinque cerchi (la fabbrica, la fatica della terra, il miracolo economico, Milano-Corea, il Vulcano spento), è frutto di una ricerca dalla quale è nata una drammaturgia originale, accompagnata dal musiche dal vivo, attinte dal repertorio di canto popolare, e a video creati dagli studenti. Un lavoro di forte valenza sociale e comunitaria, con il patrocinio del Comune.


Logo Made in MAGE

Apertura straordinaria dei laboratori MAGE agli ex magazzini generali Falck Concordia Sud
8 giugno 2012

I giovani talenti della moda e del design sostenibile che riutilizzano gli spazi degli ex magazzini generali Falck Concordia Sud hanno organizzato l’8 giugno una apertura straordinaria dei quindici laboratori artistico-artigianali e creativi. L’iniziativa proposta "Fàbrica aperta - C’è un temporale in arrivo, senti l’elettricità..." ha offerto ai visitatori un variegato e coinvolgente programma: autoscatti uggiosi, lavagne luminose, dj claud, dj frenzis, youdj e poi... "ll cane abbaia e non può volare senza l’ombrello": festa spazio-temporale d’inaugurazione dei nuovi arrivi al Made in MAGE. Il tutto sorseggiando la grandine al gusto di Bahia!

Vai alla data dell’incontro


immagine dell’evento

Festa di San Giovanni, il gazebo di Sesto per l’UNESCO in largo La Marmora
22-24 giugno 2012

Il gazebo di sensibilizzazione alla candidatura di Sesto San Giovanni a patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO, allestito in largo La Marmora durante i tre giorni della festa patronale, quest’anno ha offerto e presentato ai numerosi visitatori tantissime novità:

  • E’ stata distribuita una mappa speciale, progettata in collaborazione con Ecomuseo Urbano Metropolitano Milano Nord (EUMM), che evidenzia le principali aree industriali presenti nel passato e la collocazione dei primi qr code della candidatura!
    Vai alla scheda dedicata e scarica la mappa dei qr code
  • Nelle serate di venerdì e di sabato sono stati proiettati video molto sestesi, documenti che rappresentano un vero e proprio archivio della memoria. La visione ha coinvolto parecchi spettatori, alcuni dei quali si sono emozionati riconoscendosi in immagini riprese molti anni fa.
  • È continuata la grande raccolta di home movies riguardanti il territorio di Sesto San Giovanni. L’idea, lanciata dal progetto Metro_polis con l’iniziativa TuaSESTO, è nata con lo scopo di reperire e digitalizzare i filmati amatoriali di famiglia girati nel corso del Novecento, salvando così una importante testimonianza delle persone che li hanno girati e dei loro familiari. Le pellicole raccolte e trasferite in formato video digitale sono consultabili presso la sede dell’Ecomuseo e dell’Associazione Home Movies. Ai proprietari delle pellicole è stata restituita gratuitamente una copia su supporto DVD di filmati digitalizzati.
  • Per tutta la durata della festa negli spazi ISEC è stato possibile visitare una mostra di immagini sestesi. TuaSESTO, infatti, sta raccogliendo anche foto di famiglia con luoghi e persone della Sesto del passato. ISEC sta riunendo e conservando tutto il materiale che servirà a creare un grande archivio on line.
  • "Conosci la tua città" era il tema di una caccia ai luoghi proposta da Sestoproloco: un gioco in bicicletta a partire da 15 foto di monumenti e luoghi della vecchia Sesto. L’obiettivo del gioco era quello di riconoscere più luoghi possibili, raggiungerli in bicicletta e realizzare il punteggio più alto.
  • Sabato sera la compagnia Il Camaleonte ha messo in scena sul grande palco di piazza della Resistenza lo spettacolo "La fabbrica della memoria". Il racconto della storia di Sesto attraverso la vita degli operai della Falck.

Le iniziative del 2012 da aprile a giugno si trova in:

STAMPA

copertina della rassegna eventii luoghi di Sesto dove si organizzano iniziative

Ufficio

Sesto San Giovanni per l'UNESCO
piazza della Resistenza n. 20
Sesto San Giovanni (Mi)
tel:02.2496386/309
fax:02.2496312
Scrivici
per contattarci

 

© 2001-2015 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968, C.F. 02253930156
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su