Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

Sesto San Giovanni per l'Unesco

 

09. La città si mobilita - The Township Rallies Round

Le iniziative del 2011 a marzo

logo di Net-TOPIC

NeT-TOPIC: "New tools and approaches for managing urban transformation processes in intermediate cities (URBACT Programme)", L’Hospitalet de Llobregat (Spagna)
2 marzo 2011

Il 2 marzo il Comune di Sesto San Giovanni ha partecipato a L’Hospitalet de Llobregat alla conferenza finale: "New tools and approaches for managing urban transformation processes in intermediate cities " e alla cerimonia di chiusura di NeT-TOPIC, un progetto finanziato al 70% dalla Comunità europea, nato con l’obiettivo di rafforzare la rete di comuni europei e di stimolare il confronto tra le varie realtà per migliorare l’efficacia del lavoro locale intorno ai temi dello sviluppo urbano. Dopo più di due anni e mezzo di lavoro comune le città partner L’Hospitalet de Llobregat e Barakaldo (Spagna), Nanterre (Francia), Sesto San Giovanni (Italia), Salford (Inghilterra), Kladno (Repubblica Ceca), Sacele (Romania), Haidari (Grecia), Lepaja (Lettonia) e Siemianowice Slaskie (Polonia) hanno presentato le conclusioni del progetto e confrontato le esperienze comuni relative alla riqualificazione, allo sviluppo, al consolidamento dell’identità urbana e al rafforzamento di nuove forme di urbanistica e di governance metropolitana legate alla fine della grande industria. Oltre allo scambio transnazionale, la conferenza ha evidenziato il significativo lavoro svolto anche a livello locale dai rispettivi comuni con Piani di Azione Locale (LAP). Sesto ha presentato la relazione “Il Patrimonio industrale di Sesto San Giovanni: una reale opportunità di riqualificazione urbana”. Il lavoro, elaborato in correlazione con il comitato di sostegno alla candidatura all’UNESCO e illustrato dal Vicesindaco Demetrio Morabito e dal direttore del settore Trasformazioni urbane, reti e mobilità ing. Carlo Casati, ha documentato non solo lo straordinario progetto di riconversione delle ex aree Falck ma ha rilevato anche l’enorme potenziale che avranno altri programmi (Torre dei Modelli, utilizzo del nuovo spazio di Piazza Oldrini, relazione tra il Parco della Media Valle del Lambro e tessuto della città giardino), nella definizione di un nuovo paesaggio urbano. I risultati saranno diffusi tra le città europee alle prese con sfide analoghe.

Leggi il comunicato stampa
Vai alla pagina dedicata


 immagine dell’evento

Torna il corso formativo "La sicurezza a partire dai banchi di scuola" contro gli infortuni sul lavoro
14 marzo-18 aprile 2011

La sicurezza sul lavoro si impara sui banchi di scuola. Con questa consapevolezza l’INAIL di Sesto e l’Istituto tecnico per geometri De Nicola, con il patrocinio del Comune, hanno riproposto anche quest’anno un corso formativo incentrato sulla sicurezza nei cantieri: cinque incontri, ciascuno con un tema specifico inerente l’area degli infortuni, la cultura della sicurezza e delle competenze dell’INAIL relative al lavoro. Il progetto era rivolto agli studenti di quinta che, accanto alle quattro lezioni teoriche, il 4 aprile, hanno effettuato un tour guidato nel cantiere nell’area ex Carmine di via Cavalcanti. L’occasione ha rappresentato un momento operativo in cui i ragazzi hanno potuto mettersi alla prova all’interno di un vero cantiere edile verificando sul campo gli aspetti relativi alla sicurezza e alla materia anti-infortunistica e di tutela della salute. Sesto San Giovanni, città dove nel 1972 nacque il servizio di medicina del lavoro, ha fatto tesoro della sua esperienza e ripropone oggi, in chiave moderna, quell’impegno per la salute e la sicurezza dei lavoratori che è diventato suo patrimonio attraverso le lotte operaie nei decenni delle grandi industrie.

Guarda la conferenza stampa on line


immagine dell’evento

”Le strade della libertà”. Iniziative per ricordare la Resistenza
16 marzo-5 giugno 2011

Molto nutrita la rassegna di manifestazioni per ricordare la Resistenza organizzate quest’anno dai Comuni di Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo, in collaborazione con l’associazionismo locale e con Le radici della Pace - I 15, l’associazione delle vittime della strage nazifascista del 10 agosto 1944 a piazzale Loreto. Dal 16 marzo al 5 giugno le due città hanno proposto mostre d’arte, viaggi della memoria, film, murales e spettacoli teatrali che hanno rievocato i luoghi e la memoria del periodo antecedente all’entrata in guerra dell’Italia fino a quelli immediatamente successivi al 25 aprile 1945, anniversario della rivolta partigiana e popolare contro le truppe di occupazione nazista e il ventennio di dittatura fascista. In questo contesto, sabato 16 aprile un tour guidato ha ripercorso alcuni siti simbolo della guerra e della Resistenza: il bunker del Parco Nord, lo stabilimento Breda aeronautica di Bresso, lo stabilimento Pirelli Bicocca di Milano, la Falck Unione di Sesto San Giovanni. Il pomeriggio si è concluso all’ISEC di Sesto dove è stato proiettato il filmato "La guerra e la Resistenza". Domenica 15 maggio i muri della ex portineria Breda di via Venezia a Sesto sono stati teatro dell’iniziativa Murales resistenti che ha visto l’esibizione di giovani muralisti in collaborazione con la cooperativa sociale La Grande Casa e il laboratorio del progetto Legami Comunitari.

Vai alla data dell’incontro


Logo 150° unità d’Italia

150 anni dell’unità d’Italia, illuminata con il tricolore la Torre dei modelli
17 marzo 2011

Nell’ambito dei molteplici eventi che si sono susseguiti in città per la ricorrenza del 150 anniversario dell’unità d’Italia, giovedì 17 marzo la Torre dei Modelli nell’area ex Breda ha sfoggiato una suggestiva speciale illuminazione con luci tricolori, curata e realizzata da Energie Locali. L’edificio, costruito nel 1947, si presenta come una massiccia torre cilindrica e veniva utilizzata come laboratorio per la produzione, conservazione e manutenzione dei modelli in legno utilizzati per le fusioni. Simbolo del rilancio post-bellico (dovuto in gran parte ai crediti di guerra accumulati con la produzione militare) costituisce ancora oggi un importante caposaldo visivo dai principali assi viabilistici e ferroviari di accesso alla città ed è ora parte integrante del Parco archeologico industriale dell’area ex Breda.
L’illuminazione artistica del Carroponte è stata pubblicata anche sul calendario Philips 2010. Per questo Sesto San Giovanni è stata invitata ad un importante convegno internazionale a Lione sul tema del “Public Lighting” dove la delegazione sestese, capitanata dall’Assessore Pasqualino Di Leva, ha avuto modo di illustrare le esperienze positive realizzate negli ultimi anni a Sesto, come l’illuminazione artistica a led di monumenti simbolo della città e l’utilizzo di nuove tecnologie per diminuire l’utilizzo di energia e abbattere le emissioni inquinanti. L’invito ha rappresentato un importante riconoscimento dell’innovativo lavoro svolto sul tema dell’illuminazione pubblica che ha portato ad un considerevole abbattimento dei costi e ad un conseguente risparmio economico nella gestione del servizio e un importante passo avanti sul tema di salvaguardia ambientale.

Leggi il comunicato stampa


Logo Made in MAGE

"Made in MAGE” apertura dei laboratori agli ex magazzini generali Falck Concordia Sud al MAGE
19 marzo 2011

I laboratori Made in MAGE, aperti al pubblico il terzo sabato di ogni mese hanno dedicato marzo al tema della moda attenta all’uomo e all’ambiente, della tracciabilità della filiera produttiva, della sostenibilità ed equità lavorativa. Questo il nutrito programma offerto al pubblico sabato 19 marzo:

  • Per tutto il giorno Laboratori aperti
    Alice Cateni, presentazione di rifunzionalizzazione e design di vecchi mobili e complementi di arredo.
    Artedì presentazione del progetto riutile e transformer a cura di Tatiana Stoppa. Attivazione di un servizio gratuito di raccolta e distribuzione di materiali di scarto, donati da una rete di aziende e rivolto a scuole, associazioni, cittadini.
    Atelassè, presentazione del laboratorio di design con materiali di recupero a cura di Alessandra Ticchiati.
    Ghostzip, creazione dal vivo di borse, complementi di arredo, gioielli e accessori moda. Il tutto sempre e solo da un’unica chiusura lampo!
    Laafia, progetto che si inserisce nel contesto del design cross-culturale e nei progetti di cooperazione allo sviluppo, facendo leva sulla relazione tra moda come scambio tra culture e consumo come investimento su artigiani e artisti.
  • Ore 15 invito alla creatività Made in MAGE
    Isabella Inti e Valeria Inguaggiato hanno fornito informazioni e istruzioni per l’uso per partecipare al concorso ”Invito alla creatività Made in MAGE”.
  • Ore 15.30-16.30 Abiti Puliti, che cos’è la moda etica e sostenibile?
    Un incontro pubblico per parlare di moda attenta all’uomo e all’ambiente, di tracciabilità della filiera produttiva e di sostenibilità ed equità lavorativa.
  • Ore 16.30-17.00 Presentazione del video Silikozis di Petra Holzer.
  • Ore 15.30-17.30 Clowneria Baby
    Gli “artisti dell’errore” del circolo ARCI La Quercia che hanno coinvolto i bambini  in giochi, travestimenti e piccoli show, il tutto con materiali di riciclo.
  • Ore 16.30-18.00 Scartoria! Workshop con Nicoletta Fasani. Un libero laboratorio di bigiotteria con scarti di tessuto per creare  in un’ora un accessorio in tessuto.
    ALìTA Rossella Scicolone ha illustrato ai visitatori la ricerca e i workshop ReFashion. Partendo da un’unica materia, il capo vissuto, lo ha analizzato, rivisitato, scomposto per poi usarlo come strumento per far nascere due nuovi segni nel mondo del FashionActivism.
    Spazio di accoglienza per mamme in attesa e con bimbi fino a un anno, a cura della Cooperativa  Focus.
  • Ore 18 Sfilata Equo Solidale
    Presentazione dei progetti di abbigliamento equo solidale a cura della bottega del Mondo “Il Villaggio Globale” di Monza. I capi erano accompagnati con gli accessori poetici di Effemeridi.
  • Ore 19-21 Aperitivo
    Al bancone bibite e stuzzichini caserecci con ingredienti di stagione.

Vai alla data dell’incontro
Guarda i video di Made in MAGE


Logo Parco Media valle del Lambro

Riaperta la passerella ciclopedonale tra Sesto e Cologno Monzese nel Parco della Media valle del Lambro
21 marzo 2011

La passerella ciclopedonale che collega Sesto e Cologno Monzese nel Parco della Media valle Lambro scalvalcando il peduncolo autostradale e il fiume, che era stata chiusa qualche mese fa per interventi di manutenzione, è stata riaperta all’uso della cittadinanza.
Particolarmente soddisfatti i residenti della circoscrizione 4 Pelucca, Villaggio Falck che, con ripristino della passerella, in pochi minuti possono accedere direttamente alle colline Falck, nel Comune di San Maurizio al Lambro e realizzate con scorie di fonderia. Le colline Falck, modificazioni del territorio indotto dal processo produttivo di tipo siderurgico, all’inizio degli anni ‘90, sono state recuperate, messe in sicurezza, piantumate e attrezzate con strutture di qualità che, tutelando la loro memoria di luogo di lavoro, le hanno rese disponibili alla fruizione pubblica come area verde. L’altezza delle colline, circa venti metri, rende la loro sommità una terrazza formidabile per osservare, dall’alto, i grandi impianti tutelati sulle aree Falck, e, nelle giornate terse, lo spettacolo dell’arco alpino.
La sistemazione definitiva della passerella è prevista per il prossimo autunno. Una delle prossime riqualificazioni interesserà l’area ex Quarzo, anch’essa all’interno della Circoscrizione 4, che costituirà l’ingresso al Parco.

Leggi il comunicato stampa


immagine dell’evento

Cronaca del Novecento a Sesto allo Spazio Contemporaneo della Biblioteca Civica villa Visconti d’Aragona
25 marzo-10 giugno 2011

L’interessante ciclo di incontri Cronaca del Novecento a Sesto, proposti da Sestoproloco in collaborazione con l’assessorato alla Cultura, grazie all’attenta guida e all’appassionato racconto dei relatori Dario Cosi e Athos Geminiani, ha rappresentato un vero e proprio viaggio nel passato della Sesto del primo Novecento. Partendo dalle piccole storie quotidiane poco note o del tutto sconosciute, dagli articoli di giornali e scritti dell’epoca, dalle fotografie e dai documenti raccolti con passione da Geminiani, sono emersi man mano aneddoti, personaggi, vicende, mestieri… da tempo dimenticati che il numeroso pubblico ha potuto riscoprire e far rivivere.

Vai alla data dell’incontro


Immagine dell’evento

Green Energy, fiera sull’energia sostenibile e la green economy al MAGE
31 marzo-2 aprile 2011

L’energia sostenibile e la green economy sono sbarcati al MAGE con una fiera interamente dedicata alla Green Energy, un tema oggi di particolare attualità dopo il gravissimo incidente nucleare avvenuto in Giappone nella centrale nucleare di Fukushima a seguito del sisma dell’11 marzo 2011. La manifestazione ha presentato i prodotti e le nuove tecnologie per l’utilizzo delle fonti di energia rinnovabile e ha costituito un importante spazio di riflessione, di dibattito e di proposte concrete orientate a promuovere pratiche di sviluppo sostenibile valorizzando le fonti rinnovabili. La grande attenzione al problema è emersa anche durante il convegno "Innovazione per la sostenibilità", svoltosi il 2 aprile all’interno delle manifestazioni fieristiche, durante il quale le istituzioni locali e nazionali si sono confrontate sul recente decreto sulle energie rinnovabili. Si tratta di una sfida che, se vinta, porterebbe a una nuova filosofia di vita più sostenibile, a un modello energetico più moderno, efficiente e pulito che avrebbe virtuose ricadute sull’innovazione imprenditoriale, sui livelli occupazionali e quindi, sull’intera economia nazionale.

Vai alla data dell’incontro


immagine celebarazioni 150° Unità d’Italia

Trilogia d’Italia allo Spazio MIL
31 marzo-3 aprile 2011

Nell’ambito dei numerosi eventi, iniziative culturali, spettacoli e momenti di approfondimento offerti alla città per la ricorrenza del 150° anniversario della nascita del regno d’Italia, Spazio MIL ha ospitato la rassegna Trilogia d’Italia di e con Ulderico Pesce proposta in collaborazione con Tieffe Teatro. Quattro serate con senso e con anima che non finisce ma continua a lavorarti dentro e, magari, può anche agire nella realtà:

  • giovedì 31 marzo - FIATo sul collo
  • venerdì 1 aprile - L’innaffiatore del cervello di Passannante
  • sabato 2 aprile - Storie di scorie e Asso di monnezza
  • venerdì 3 aprile - A come Amianto. Un narratore di un’Italia dimenticata.

Racconta l’autore: “Mio nonno, come suo padre, ha fatto l’arrotino, girava per i paesi della Basilicata, della Calabria, della Puglia e di parte della Campania e ammolava coltelli raccontando storie di anarchici, antifascisti, operai, braccianti e altro. Io ho seguito mio nonno nell’infanzia e mi ricordo che si piazzava davanti alle macellerie e parlava forte che lo sentivano tutti e raccontava le cose che vedeva o quelle che suo padre gli aveva raccontato. Era buono, onesto, simpatico ed era socialista.
Una mattina alla fine degli anni ‘80 al Teatro Ateneo di Roma conobbi Anatoli Vassilev che mi portò a Mosca dove ho lavorato al suo fianco per circa tre anni. Vassilev amava un teatro semplice, povero, strutturato sulla verità e sulla necessità delle emozioni, a lui piaceva qualcosa che mi ricordava il sistema di mio nonno tanto che una sera, dopo una mia improvvisazione sul mio progenitore famoso Vassiliev mi disse: Io sono tuo nonno.
Quella frase mi fece capire la strada che dovevo fare. Tornai in Italia e cominciai a raccogliere testimonianze di cose vere, cominciai a scrivere e raccontare storie come faceva mio nonno, anche storie che infastidiscono i poteri forti, le caste, i malavitosi, tanto che sul groppone non ho più la pesante mola di mio nonno ma qualche denuncia. La cosa importante è che queste storie cominciano ad interessare tanta gente che mi viene a vedere senza portare coltelli e forbici da ammolare”.

Vai alla data dell’incontro 


Logo Sesto San Giovanni per l’UNESCO

La funzionaria del Ministero dei Beni culturali a Sesto per valutare il patrimonio industriale candidato all’UNESCO
29 e 30 marzo 2011

Due intense giornate di lavoro per la funzionaria del Ministero dei Beni culturali architetto Adele Cesi che martedì 29 e mercoledì 30 marzo ha visitato il patrimonio archeologico industriale di Sesto San Giovanni candidato a patrimonio dell’umanità UNESCO. Durante la visita, che ha toccato tutti i luoghi simbolo dell’archeologica industriale sestese( dalle  le aree dismesse e quelle già riqualificate ed ora convertite ad altro uso), l’architetto Cesi ha avuto modo di rendersi conto della quantità e della qualità di questo patrimonio e ha ascoltato con interesse i racconti e gli aneddoti di Renato Falconati e dell’ing. Antonio Rossini, memorie storiche delle ex acciaierie Falck, ha avuto poi modo anche di visionare numerosi documenti e le attività di ricerca della Fondazione ISEC. Prima della partenza per Roma l’architetto si è incontrata con la Commissione consiliare e il Comitato cittadino di sostegno alla candidatura ai quali ha esposto la sua relazione tecnica dispensando preziosi suggerimenti e spunti di lavoro. La relazione, corredata delle numerose fotografie scattate durante la visita, sarà ora consegnata al Comitato interministeriale di valutazione.

Leggi il comunicato stampa


Immagine dell’evento

Convegno Il futuro dell’industria nell’area milanese all’auditorium ABB
31 marzo 2011

Per contrastare la concorrenza dei paesi emergenti, le imprese milanesi stanno cercando nuovi mercati e innovando i modelli di business. La loro capacità di innovazione e la loro competitività dipendono però anche dal contesto in cui operano.
Quali iniziative possono essere intraprese sul territorio per sostenere la produttività e il futuro dell’industria nell’area milanese? Se ne è parlato il 31 marzo nell’interessante convegno organizzato da Assolombarda zona nord all’auditorium ABB di Sesto San Giovanni alla presenza del Sindaco Oldrini.

Vai alla data dell’incontro 


Immagine dell’evento 

Vado al MIL’11” allo Spazio MIL
31 marzo-11 giugno 2011

La quinta edizione della rassegna teatrale “Vado al MIL’11”, organizzata da Tieffe Teatro in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Sesto, ha evidenziato ancora una volta la vocazione di spazio MIL come importante laboratorio di idee e creatività. Il cartellone - accanto a Trilogia d’Italia, quattro serate con Ulderico Pesce che hanno celebrato in maniera attuale e originale i 150 anni dell’Unità d’Italia - ha proposto un programma intenso e articolato che ha dato ampio spazio ai giovani registi e attori emergenti. Ne è risultato un interessante percorso tra i linguaggi e i generi puntato sull’impegno civile, dal quale è emerso uno sguardo particolare, e sulla funzione più nobile del teatro:  far riflettere su se stessi e sulla società in cui si vive.

Vai alla data dell’incontro

 

Le iniziative del 2011 a marzo si trova in:

STAMPA

copertina della rassegna stampai luoghi di Sesto dove si organizzano le iniziative

Ufficio

Sesto San Giovanni per l'UNESCO
piazza della Resistenza n. 20
Sesto San Giovanni (Mi)
tel:02.2496386/309
fax:02.2496312
Scrivici
per contattarci

 

© 2001-2015 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968, C.F. 02253930156
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su