Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

Sesto San Giovanni per l'Unesco

 

09. La città si mobilita - The Township Rallies Round

Le iniziative del 2010 in gennaio

immagine dell’evento

Al ristorante "IL MAGLIO" - Spazio MIL
in programma per il 2010

In armonia con l’attività culturale del teatro dello Spazio MIL, il ristorante Il Maglio propone un cartellone di serate musicali nei giorni di giovedì, venerdì e sabato.
I suoi spazi evocano le quinte di un teatro bohémien di altri tempi, con splendidi drappi di velluto rosso e cristalli leggeri. Lo splendido palcoscenico è dedicato alle esibizioni dal vivo e ai dj-set.
Ecco le proposte per il 2010:

  • venerdì 5 e sabato 6 febbraio dalle 19.00, The 60s Prod., in collaborazione con Masnada, presenta il 2° Milano Sixties Fever Festival, dedicato a musica, immagini e mode targate anni Sessanta
  • tutti i giovedì  dalle 22.00, Il Maglio latino, Il giovedì latino più esclusivo di Milano
  • tutti i sabati dalle 22.00, con La milonga de las brujas! cresce ancora la febbre del tango
  • tutte le domeniche dalle 16.30, le domeniche de Il Maglio: da metà pomeriggio fino a notte fonda in compagnia di cucina, arte, musica dal vivo.

Logo del progetto

"Progetto PUL" allo Spazio MIL
9 gennaio-14 febbraio 2010

Il progetto PUL è nato a Spazio MIL in stretta connessione con il Tieffe-Filodrammatici Stabile d’Innovazione e il Comune di Sesto. Il concetto centrale è la "residenza teatrale", cioè un luogo aperto e ospitale a disposizione dei giovani che intraprendono percorsi creativi e formazioni artistiche. Questa iniziativa ha messo a disposizione spazi di lavoro e materiali tecnici a tre giovani compagnie di area milanese. Baby Gang, Band à Part e Sanpapié hanno così dato vita a un interessante percorso producendo spettacoli, laboratori e progetti trasversali.
Questo il programma proposto nell’ambito nell’iniziativa “L’Officina del Potere”:

  • 9 - 11 gennaio
    "Io posso|Tu no", prima produzione scritta, agita, diretta collettivamente dalle compagnie in residenza. Con Federico Bonaconza, Carolina De La Calle Casanova, Lara Guidetti, Francesco Pacelli, Valentina Scuderi. Coordinamento drammaturgico e allestimento Sarah Chiarcos, Carolina De La Calle Casanova, Paolo Giorgio, Marcello Gori.
    Vai alla data dell’incontro
  • 21 - 25 gennaio
    "Operazione Tandem", con la partecipazione di Cleancorner, Fattoria Vittadini, Mattei Graziano, Lybratimestieri, Opera_di_Polvere.
    Il tandem è una bicicletta sulla quale è possibile pedalare in due. Il vantaggio sta nell’economizzare l’energia necessaria rispetto al trasporto di due persone su due biciclette distinte. Il tandem implica che i due occupanti abbiano un grado pari di allenamento e una sincronizzazione nei movimenti. Se questo avviene, lo sforzo è percepito da entrambi in maniera simile e non vi saranno gradi di disparità. 
    Nelle cinque serate di spettacolo, Sanpapié ha ospitato altrettante realtà legate alla scena milanese della giovane danza, per aprire un punto di confronto e per creare l’occasione di un incontro con il pubblico libero dalle logiche di sistema teatrale.
    Le compagnie ospiti hanno presentato anteprime di 20 minuti. Al termine il pubblico ha potuto chiacchierare con gli artisti davanti a un bicchiere di vino, in attesa di rientrare in sala e assistere allo spettacolo Prima Persona.
    Le compagnie ospitate: 
    21 gennaio Lybratimestieri con Antitesi
    22 gennaio Fattoria Vittadini con ll banchetto
    23 gennaio Opera_di_Polvere con Notevole indulgenza
    24 gennaio Cleancorner con Between
    25 gennaio Matteo Graziano con Zero
  • 21 - 25 gennaio
    "Prima Persona", regia di Lara Guidetti, coreografia Lara Guidetti e Francesco Pacelli. Con Lara Guidetti e Francesco Pacelli. Testi Sarah Chiarcos. Musiche originali e voci Marcello Gori.
    “Questo spettacolo parla di me. Delle regole che governano il mondo che mi circonda. Del mondo che mi circonda e che non sono in grado di decifrare. Prima Persona non è un’autobiografia, un’autoanalisi, un esame di coscienza, non è un lamento, non è un rimpianto. Non è la storia di un personaggio. Prima Persona mette a disposizione un “io” per fotografare dall’interno un tempo di crisi, e vive il disagio di cercare le parole per raccontarlo. Sogni che sembrano non realizzarsi mai, e che lasciano al mattino la cicatrice – superficiale – di un piccolo fallimento. L’apparente immutabilità dello stato delle cose, e lo strazio di non riuscire a vedere lo spiraglio in cui insinuare il cambiamento. Il tentativo di individuare punti di riferimento stabili che invece continuano a scivolare tra le dita, a sfuggire a definizioni e previsioni. Prima Persona non dà una soluzione. Perché non ce l’ha. La cerca senza arrendersi. Perché siamo vivi, e non possiamo fare altro che continuare a correre”.
  • 30 - 31 gennaio 
    "Invisibili (im)potenza dell’altro" di e con Mohamed Ba.
    Band à Part ha ospitato l’artista Mohamed Ba con il suo monologo teatrale Invisibili, filo conduttore di due giorni dedicati al tema dell’immigrazione e dell’integrazione. Nell’estate 2009, alla fermata del tram in viale Espinasse a Milano, Mohamed Ba, attore e mediatore culturale senegalese, è aggredito da un ragazzo italiano. Nessuno gli presta soccorso. L’unica domanda posta dalle forze dell’ordine giunte in ospedale è “Ricorda in che direzione è scappato il colpevole?”. Poi lo lasciano solo. Da questa triste vicenda e dall’esperienza personale di Mohamed Ba ha preso spunto lo spettacolo Invisibili per arrivare a parlare di temi più universali, come quello dell’integrazione e della convivenza di culture diverse, senza trascurare l’importanza delle proprie radici. Partendo dalle tecniche del racconto, Invisibili ripercorre il cammino di due cittadini africani che s’incontrano su una spiaggia e cercano di sopravvivere agli incubi della povertà sognando una vita migliore dall’altra parte della barriera.
    Con l’intento di non dimenticare e di cominciare a riflettere seriamente sul ruolo che devono assumersi le istituzioni nella costruzione di un processo di integrazione reale, Band à Part ha proposto due momenti di incontro che hanno accompagnato la visione dello spettacolo.
    Sabato 30 gennaio
    L’Associazione Culturale Rozzano Rossa, in collaborazione con l’Associazione Dax, ha presentato il Concorso letterario Davide “Dax” Cesare, dedicato al confronto con la diversità.
    Domenica 31 gennaio
    Tavola rotonda aperta al pubblico, un’occasione per riflettere sulla dimensione d’intolleranza che ci circonda.
    Al termine degli spettacoli è stato offerto un ricco buffet senegalese.
  • 4 - 8 febbraio
    La Compagnia BabyGang ha proposto il suo lavoro: "Lo Scherzo". Idea, elaborazione drammaturgica e testo di Sarah Chiarcos e Carolina De La Calle Casanova. Regia di Carolina De La Calle Casanova con Federico Bonaconza, Elisa Bottiglieri, Paola Galli, Fabrizio Pagella, Marco Ripoldi, Valentina Scuderi, Marta Zoboli. Musiche originali di Marcello Gori.
    Luca compie trent’anni e ha deciso di organizzare una festa a casa sua per pochi intimi. È il suo compleanno e non gli bastano la torta, i regali, la sbronza e la cocaina, e per creare un diversivo contatta due attori, senza avvisare i suoi amici. Questi due attori hanno il compito di dare alla serata un colore diverso. 
    Il 3 febbraio 2010 eccezionalmente la prova generale è stata aperta agli studenti che hanno potuto assistere allo spettacolo a un prezzo simbolico di 3 euro. Al termine è seguito un breve dibattito e la compagnia si è confrontata e ha ascoltato i pareri e i suggerimenti del pubblico.
  • 5 - 14 febbraio
    Extra – Laboratorio sul teatro popolare 
    14 febbraio
    Happening di delirio organizzato – Festa di chiusura delle attività PUL.

Vai al sito del progetto


Immagine dell’evento

"L’industria ferroviaria a Sesto San Giovanni: dai primi locomotori trifase al concetto di elettrotreno" al LIB - Laboratorio Innovazione Breda
12 gennaio 2010

La sala conferenze del LIB di via Venezia ha ospitato l’incontro “L’industria ferroviaria a Sesto San Giovanni: dai primi locomotori trifase al concetto di elettrotreno”, promosso da Acme s.r.l. (azienda milanese costruttrice di modellini ferroviari) e realizzato da Riccardo Esposito nell’ambito del progetto ST-ART UP "Diamo casa a 10 idee creative". L’iniziativa ha dato modo al pubblico presente di ripercorrere storicamente l’importantissimo ruolo avuto da Sesto San Giovanni nell’industria ferroviaria nazionale.
Sono intervenuti:

  • Acme S.R., Anonima Costruzioni Modellistiche Esatte, Milano
  • Riccardo Esposito
  • Ing. Luigi Morisi, presidente Assifer, Associazione nazionale dell’industria ferroviaria
  • Michele Mingari
  • Franco dell’Amico
  • Gian Franco Ferro

Durante la serata è stato presentato il volume "Viaggio in trifase", di Michele Mingari, Franco Dell’Amico e Gian Franco Ferro.

Vai alla data dell’incontro


immagine dell’evento

Manifestazioni per Il giorno della memoria
18 gennaio-2 febbraio 2010

Anche quest’anno, la città di Sesto San Giovanni per la manifestazione della Giornata della Memoria ha proposto un ricco programma di iniziative in ricordo della Shoah e della deportazione nei lager nazisti. Tra queste il 24 gennaio si è ricordato il drammatico evento con la deposizione di una corona commemorativa al monumento alla deportazione al Parco Nord. Il monumento è stato progettato dagli architetti Ludovico Belgioioso (ex deportato) e il figlio Alberico Belgioioso, coadiuvati dal maestro d’arte Giuseppe Lanzani. E’ dedicato a tutti i cittadini, arrestati dai nazifascisti e deportati nei lager nazisti, che lavoravano nelle grandi e piccole fabbriche nell’area industriale di Sesto ed è collocato in cima alla collina formata dalle scorie della vecchia Breda Siderurgica.

Vai alla data dell’incontro


immagine dell’evento

Il Presidente della Provincia di Milano Guido Podestà esprime sostegno alla candidatura di Sesto San Giovanni all’UNESCO
22 gennaio 2010

Con il progetto “mettiamo in Comune la Provincia” la Giunta provinciale si vede protagonista di giunte itineranti che fanno tappa nei diversi collegi elettorali. Scopo di questa iniziativa è incontrare direttamente i i rappresentanti istituzionali, le associazioni, i cittadini, ascoltarne le voci e i bisogni, intraprendere un confronto costruttivo sui temi di attualità, promuovere lo sviluppo territoriale e affrontare insieme le emergenze e le criticità.
La Giunta provinciale si è riunita nell’aula consiliare del Comune di Sesto. In questa occasione il Presidente Podestà ha comunicato il sostegno dell’Amministrazione provinciale alla candidatura del patrimonio industriale di Sesto alla Lista del patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO.
L’Amministrazione comunale ha accolto con favore l’impegno del Presidente e della Giunta provinciale. La collaborazione con la Provincia sul progetto UNESCO, che si era già manifestata in diverse occasioni, riceve oggi una sanzione formale che consentirà alle due amministrazioni di definire insieme un programma di lavoro a sostegno della candidatura.
L’evento è stato trasmesso ed è consultabile sul Portale del cittadino.

Leggi il comunicato stampa
Vai alla data dell’incontro
Vai al videoincontro


immagine del bunker

Scoperto un bunker della seconda guerra mondiale nel giardino della scuola Dante Alighieri
26 gennaio 2010

Durante i sopralluoghi tecnici per i lavori di ristrutturazione del giardino della scuola Dante Alighieri è venuto alla luce un grande bunker antiaereo realizzato negli anni ‘40 per proteggere gli operai della società Puricelli strade. Se ne erano perdute le tracce, perché il bunker era sepolto sotto una collinetta di terra. Già da qualche tempo però gli anziani del quartiere parlavano dell’esistenza della struttura e, sul filo dei loro racconti, qualche mese fa i tecnici dello Sportello unico per l’edilizia del Comune, spulciando tra gli archivi, hanno trovato conferma di questa costruzione. Sabato 23 gennaio durante l’evento “La città tridimensionale” gli alunni hanno presentato al Comune e ai genitori l’elaborato finale del percorso di progettazione partecipata per il nuovo giardino. E proprio durante questa manifestazione è stato individuato un basamento in calcestruzzo che nascondeva una cavità. Uno scavo ha portato alla luce la porta di ingresso del bunker che, sotto la guida dello speleologo Gianluca Padovan, è stato esplorato. Visto l’ottimo stato di conservazione sabato 24 aprile, durante l’apertura della mostra “Pensieri Tridimensionali”, tutti i cittadini hanno avuto modo di visitare il bunker accompagnati dai volontari dell’Associazione Speleologica Cavità Artificiali di Milano. Compito dei tecnici è ora decidere come valorizzare la struttura inserendo il suo recupero nel più ampio contesto di lavori di riqualificazione dell’area verde.

Leggi il comunicato stampa ritrovamento bunker
Leggi il comunicato stampa visita bunker
Vai alla data dell’incontro
Vai alla pagina


logo Sesto per l’UNESCO

Quarta riunione della Commissione consiliare speciale UNESCO
26 gennaio 2010

Martedì 26 gennaio si è riunita la Commissione consiliare speciale UNESCO che ha discusso questo ordine del giorno:

  • insediamento del comitato di sostegno alla candidatura
  • linee guida del piano di lavoro del comitato.
  • aggiornamento sulle attività di promozione e sull’iter della candidatura.

Durante la seduta il presidente Cagliani ha presentato i nominativi del comitato di sostegno alla candidatura confermando la prima convocazione per mercoledì 3 febbraio 2010 alle 18.00 presso la sala conferenze di villa Visconti D’Aragona.
Bonfanti ha comunicato che durante la prima riunione del comitato verranno raccolte le proposte dei partecipanti per poter stendere le linee guida. Ha poi discusso con i presenti sulle modalità e le strategie da adottare per organizzare al meglio la campagna di sensibilizzazione cittadina, tenendo presente che, per alcune delle aree coinvolte, si dovrà tenere conto delle intenzioni dei proprietari. De Gaspari ha spiegato che tutte le domande di candidatura relative alla stessa categoria per la quale concorre Sesto hanno la stessa problematica, perché molto spesso le zone interessate coprono più comuni e coinvolgono aree molto vaste. Il Piano di gestione però garantisce con delle direttive la tutela dei beni coinvolti. Il vicesindaco Morabito ha precisato che la candidatura riguarda tutto il territorio cittadino e non unicamente le aree dismesse. Con l’elaborazione e l’approvazione del PGT, anche i beni proposti per la candidatura sono stati vincolati a obbligo di tutela. Pertanto per i proprietari delle aree coinvolte l’obbligo è anche un diritto volumetrico. Precisa che in tanti anni, comunque, non si sono mai presentati problemi con i proprietari. Ha inoltre fatto presente che non c’è obbligatorietà di rifunzionalizzazione: i beni tutelati possono venire recuperati dai proprietari, mantenendo determinate caratteristiche, o anche semplicemente messi in sicurezza come elemento del paesaggio urbano.
In merito alle iniziative di promozione della candidatura Morabito ha consigliato di verificare bene il target degli utenti da coinvolgere in tali iniziative. Inoltre, per salvaguardare la memoria dei luoghi sottoposti a tutela, ha sottolineato la necessità della loro esatta denominazione storica.
Sempre in tema di memoria, la consigliera Piccioni ha informato che il Consiglio di Circoscrizione 4 Pelucca Villaggio Falck è intenzionato a produrre un libro sul Villaggio Falck.


immagine turbina Francis

Inaugurato lo spazio "Museo Blu" all’Istituto tecnico Altiero Spinelli
30 gennaio 2010

Alla presenza del vicesindaco Demetrio Morabito, della consigliera regionale Sara Valmaggi e di un foltissimo pubblico è stato inaugurato lo spazio Museo Blu all’Istituto tecnico Altiero Spinelli. Negli ampi locali della vecchia Officina macchine a fluido, da tempo in disuso, sul piano rialzato di una grande vasca sono stati collocati i macchinari, le turbine e le pompe che Gabbioneta e altre aziende del territorio hanno donato alla scuola. I manufatti, perfettamente funzionanti, sono ora a disposizione degli studenti che potranno così sviluppare e applicare dal vivo quanto appreso in classe.
L’operazione, realizzata praticamente a costo zero, è stata resa possibile grazie all’imponente lavoro e all’entusiasmo dei professori, dei tecnici e degli studenti che hanno bonificato dall’amianto e ristrutturato i locali restituendo così alla città un’importante testimonianza del proprio passato, che va ad aggiungersi al museo dell’industria realizzato nel 2008 nell’ex fonderia dell’Istituto.

Le iniziative del 2010 in gennaio si trova in:

STAMPA

copertina della rassegna eventiluoghi di Sesto dove si organizzano iniziative

Ufficio

Sesto San Giovanni per l'UNESCO
piazza della Resistenza n. 20
Sesto San Giovanni (Mi)
tel:02.2496386/309
fax:02.2496312
Scrivici
per contattarci

 

© 2001-2015 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968, C.F. 02253930156
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su