Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

Sesto San Giovanni per l'Unesco

 

05. Area Falck Unione e Concordia - Falck Unione and Concordia Area

Centrale termoelettrica

 Thermal Power Station

La situazione in breve

E’ un edificio ex industriale di proprietà privata. Lo stato di conservazione è buono. Attualmente per visitare l’edificio è necessaria un’autorizzazione, quindi la sua accessibilità è molto ridotta. L'edificio è visibile dal viale Italia all'altezza del Villaggio Falck.
La centrale termoelettrica sorge su un’area dismessa destinata a diventare un parco urbano pubblico con piste ciclabili. Questo significa che la sua fruibilità aumenterà.
L’edificio sorge vicino al T3 e all’OMEC e forma con loro un nucleo coerente.

La nuova funzione

La Centrale termoelettrica rientra nel Programma integrato di intervento delle aree ex Falck e scalo ferroviario. Il PII ne prevede la messa in sicurezza e il riuso con funzioni di interesse generale. L’ipotesi presentata nel piano Falck è che l’edificio ospiti una scuola privata parificata, ma dovrà essere riformulata per integrarsi con il progetto della Città della salute.

La Centrale termoelettrica, progettata nel 1930 dall’ingegnere A. Mella, aveva funzione originaria di centrale elettrica per la distribuzione dell’elettricità agli stabilimenti Falck. La Centrale produceva energia elettrica utilizzando gas o petrolio come combustile. Negli anni ’60 venne poi adibita a sede di uffici.

L’industria sestese e la Falck richiedevano un’enorme quantità di energia elettrica. Per la Falck l’energia proveniva in gran parte dalle centrali valtellinesi e dalla grande centrale termoelettrica di Tavazzano (costruita negli anni ’50). L’energia della Breda proveniva invece dalla Valle del Lys (Valle d’Aosta).

Come nel caso della vicina Centrale termica e ricevitrice elettrica ex Sondel, la progettazione architettonica dell’edificio ha ricevuto una particolare attenzione, con l’intento di conferirgli anche una funzione di rappresentanza nell’ambito del complesso produttivo a cui appartiene. L’edificio connota tuttora in misura rilevante il contesto circostante.

Centrale termoelettrica, prospetto da viale Italia

La parola all'architetto

Il complesso è composto da una serie di blocchi e si sviluppa in senso trasversale all’asse di viale Italia. L'edificio si caratterizza per il contrasto tra gli imponenti pilastri conclusi da una sorta di capitello e il rivestimento in mattone a vista, motivo ripreso anche nella recinzione in muratura.
Il primo blocco, che costituisce il fronte su strada, destinato a uffici e abitazioni degli impiegati, fu realizzato negli anni ’60, rendendolo esteticamente simile ai corpi interni. E’ un edificio di quattro piani fuori terra, con fronte tripartito, imponenti pilastri angolari, fascia di coronamento e zoccolo. La porzione centrale è sporgente e leggermente più elevata.
I prospetti dei blocchi interni, che contenevano gli impianti, sono scanditi in campiture comprese tra pilastri massicci e aggettanti, che terminano con il profilo a capanna delle campate di copertura. Il rivestimento in mattoni ha una colorazione più scura ed è interrotto da aperture lunghe e sottili, che esaltano lo sviluppo verticale della costruzione. E’ evidente il riferimento stilistico alle costruzioni industriali anglosassoni del principio del XX secolo.

La tutela

La Centrale termoelettrica è tutelata dal Piano di Governo del Territorio, Piano delle regole - Norme Tecniche di attuazione, capo IV Tutela e valorizzazione dei beni storico-documentali, art. 22 Tutela e valorizzazione dei beni storico-documentali della “Città delle fabbriche”, paragrafo 2, comma 2.7.

Centrale termoelettrica si trova in:

STAMPA

Localizzazione della Centrale termoelettrica sulla mappa dell'area Falck Unione e ConcordiaGalleria fotografica: veduta aerea da nord, fronte interno dell'edificio

Ufficio

Sesto San Giovanni per l'UNESCO
piazza della Resistenza n. 20
Sesto San Giovanni (Mi)
tel:02.2496386/309
fax:02.2496312
Scrivici
per contattarci

 

© 2001-2015 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968, C.F. 02253930156
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su