Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

Sesto San Giovanni per l'Unesco

 

12. Sul filo della memoria - Down Memory Lane

Antonio Rossini - Il canto delle sirene

La Corazzata Roma

Alcune delle foto che vedete in questa pagina sono immagini di pezzi della Corazzata Roma.


Falck Unione, fine anni ’30 - Telaio del timone della Corazzata Roma, in lavorazione nell’Officina OMEC

La Corazzata Roma (46.000 tonnellate), varata nel 1940 ed entrata in servizio nel 1942, era la nave da battaglia più moderna e possente del Mediterraneo.

Alle Acciaierie Falck, al tempo impegnate anche nella produzione bellica, furono commissionati alcuni pezzi, come il braccio portaelica e il timone.


Falck Unione, fine anni ’30 - Telaio del timone della Corazzata Roma, in lavorazione nell’Officina OMEC.
Il pezzo è fotografato durante la lavorazione del gambo su alesatrice e montante mobile. Si può notare la "sbiancatura" con calce, utilizzata per la tracciatura del disegno sul pezzo stesso. In questo modo si poteva centrare il pezzo perfettamente, prima di procedere alla lavorazione meccanica.

La nave era considerata inaffondabile con i suoi 350 mm di corazza. Ma colò a picco in pochi minuti nel mare fra Corsica e Sardegna il 9 settembre 1943 colpita una micidiale bomba razzo telecomandata, lanciata da un aereo tedesco.

Molti misteri avvolgono ancora oggi quell’episodio, soprattutto per la mancata reazione della flotta italiana all’attacco aereo.

Forse alla base della tragedia, la mancanza di precise direttive da parte dello Stato Maggiore dopo l’8 settembre, per cui l’Ammiraglio Bergamini - capo della squadra navale che comprendeva anche la Corazzata Vittorio Veneto - non aveva indicazioni precise su chi fossero i propri nemici e chi gli alleati.

La nave affondò trascinando con sé più di 1.200 uomini.

Un grande grazie al signor Rossini per le fotografie e le spiegazioni che ci ha fornito!
Visitate la Fotogallery!

Antonio Rossini - Il canto delle sirene si trova in:

  • Sportelli - Sesto San Giovanni per l'UNESCO - Italiano, English - 12. Sul filo della memoria - Down Memory Lane

STAMPA

Ufficio

Sesto San Giovanni per l'UNESCO
piazza della Resistenza n. 20
Sesto San Giovanni (Mi)
tel:02.2496386/309
fax:02.2496312
Scrivici
per contattarci

 

© 2001-2015 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968, C.F. 02253930156
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su