Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

Sesto San Giovanni per l'Unesco

 

12. Sul filo della memoria - Down Memory Lane

Massimiliano: La taglierina di Ambrogio

Massimiliano ci invia in ricordo del nonno Ambrogio Galbiati, operaio allo stabilimento Unione della Falck, una copia de "La Ferriera" del settembre 1955. Si tratta del mensile interno gratuito per il personale della Falck.
Sfogliando la pubblicazione, ci sono articoli di vario genere: alcuni riguardano la società e i suoi progressi, altri direttamente le maestranze. Vengono per esempio diffuse norme di sicurezza, celebrati i successi delle squadre aziendali nelle discipline sportive, o, come in questo caso, ringraziati i singoli dipendenti per il loro spirito d’iniziativa e collaborazione.
La Falck distribuiva la pubblicazione ai dipendenti  e quindi in questo modo, oltre a informare, teneva vivo lo spirito di corpo, il senso di appartenenza e di partecipazione a un’impresa comune.

Massimiliano ha trovato il numero de "La Ferriera" tra i ricordi della nonna, la quale aveva gelosamente custodito questa memoria del marito Ambrogio. Trascriviamo l’articolo dedicato al nonno tra le pagine di cronache di vita aziendale.

testata del mensile La Ferriera

Una nuova macchina per rifilare disegni, ideata e costruita dal dipendente Ambrogio Galbiati

"L’operaio Ambrogio Galbiati, addetto alla dispensa attrezzi ed all’archivio disegni del reparto OMAN dello stabilimento Unione, si è stancato un bel giorno di rifilare continuamente a mano, uno alla volta e piano piano, i tanti disegni che gli venivano affidati per la conservazione.

Il Galbiati si rammaricava di non avere a disposizione un mezzo che gli consentisse di poter svolgere il proprio lavoro con maggiore precisione e velocità; ma, d’altra parte, la taglierina più prossima distava almeno cinque minuti di strada dal suo posto di lavoro ed, alla fine dei conti, anche quella si dimostrava un mezzo piuttosto lento ed inadeguato alla dinamicità del nostro Ambrogio.
Ma il Galbiati non è uomo da perdersi di coraggio. Se non esiste un mezzo rispondente ai requisiti da lui desiderati se lo creerà da se stesso.

Ambrogio Galbiati alle prese con la sua taglierina

Detto fatto, aguzza l’ingegno, butta giù quattro calcoli, esegue alcune prove, apporta le necessarie modifiche ed in poco tempo realizza una macchina a rullo di sua creazione, in grado di rifilare con rapidità e precisione disegni di qualsiasi dimensione e con la maggiore sicurezza per le... punte delle dita. La bella dimostrazione di buona volontà e di iniziativa ha fruttato al Galbiati una tangibile riconoscenza da parte della Direzione dello Stabilimento."

Scarica l’articolo in formato pdf

Così Massimiliano ricorda il nonno Ambrogio:

"Non so in che data mio nonno Ambrogio è entrato alla Falck, so comunque che ha lavorato almeno 25 anni. Ha svolto le mansioni di magazziniere per molti anni.
Quando i vertici hanno deciso di formare una sezione per la programmazione e la pianificazione della produzione, è stato chiamato con altre persone a un corso di formazione e poi è entrato a far parte del nuovo ufficio chiamato "Proma".
Purtroppo, quando ha raggiunto felicemente la sua aspirazione, un venerdì, era il 5 luglio 1968, giorno di "programmazione" per la settimana seguente, quindi giorno molto importante, mentre stava andando al lavoro, si è sentito male ed è stato stroncato da un infarto. Era da solo, cosa insolita perchè normalmente era con la mia nonna Albina Virginia che lavorava anche lei alla Falck. 
Mio nonno aveva comunque lavorato per la Falck per 25 anni e come era consuetudine per tutti i dipendenti che raggiungevano tale anzianità aziendale, la mia mamma ha ritirato a nome del suo papà una medaglia d’oro e un "attestato di fedeltà".
La medaglia ha stampato il nome di mio nonno Ambrogio Galbiati su un lato e sull’altro lo stemma dell’azienda."

Vi presentiamo una mappa degli stabilimenti Falck nel 1960, mutuata da una pubblicazione aziendale destinata ai clienti. Sulla mappa abbiamo segnalato dove era posizionato il reparto OMAN, l’officina dedicata alla manutenzione meccanica, dove lavorava Ambrogio Galbiati.
Cliccando sull’immagine, potete scaricare la mappa in formato più grande.

una mappa degli stabilimenti Falck nel 1960, cliccando puoi vedere e scaricare la mappa in un formato più grande

Un grazie a Massimiliano per aver voluto condividere questo ricordo!

Massimiliano: La taglierina di Ambrogio si trova in:

  • Sportelli - Sesto San Giovanni per l'UNESCO - Italiano, English - 12. Sul filo della memoria - Down Memory Lane

STAMPA

Ufficio

Sesto San Giovanni per l'UNESCO
piazza della Resistenza n. 20
Sesto San Giovanni (Mi)
tel:02.2496386/309
fax:02.2496312
Scrivici
per contattarci

 

© 2001-2015 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968, C.F. 02253930156
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su