Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

Sesto San Giovanni per l'Unesco

 

03. Area Campari - Campari Area

Scuola Galli Breda

 Galli Breda School

La situazione in breve

La Scuola Galli Breda rientra tra gli edifici di servizio. E’ di proprietà del Comune e in buono stato di conservazione, grazie alla manutenzione costante. L’edificio affaccia su strada, quindi è ben visibile dall’esterno.

La nuova funzione

L’edificio è e rimarrà una scuola pubblica.

Alla fine degli anni Venti nel territorio sestese, le classi diventano molto ampie, raggiungendo fino a sessanta alunni per aula. E’ il primo caso di emergenza scolastica dovuta al sovraffollamento. La costruzione di un nuovo edificio diventa necessaria. 
È in questo periodo, tra la fine degli anni ’20 e i primi anni ’30, che venne costruita la scuola, intitolata a un caduto sestese della prima guerra mondiale: Mario Galli.

L’Istituto tecnico inferiore, che ebbe inizialmente sede nella nuova struttura istituita a Sesto prima della Riforma Gentile, si rivolgeva alle famiglie “non disagiate” della piccola borghesia. Sul territorio sestese erano già presenti numerose scuole professionali, chiamate “scuole-officina” e dedicate alla formazione dei figli della classe operaia, in gran parte sovvenzionate dalle industrie meccaniche e siderurgiche insediate a Sesto.

Nel 1937 l’Istituto fu trasformato in civica scuola professionale commerciale e intitolata a Ernesto Breda.
Nello stesso anno, sul retro della scuola, iniziarono i lavori per quella che venne pomposamente definita “colonia elioterapica”. Di fatto si realizzarono alcune tettoie e si piantò qualche albero.
Nel 1939, la Civica scuola divenne scuola regia.

La Scuola Galli Breda è stata protagonista, come altri luoghi di Sesto San Giovanni, delle tristi vicende verificatesi durante la seconda guerra mondiale. 
Dall’analisi dei dati provenienti dai registri matricola del carcere milanese di San Vittore, relativi agli anni 1940-45, sappiamo che alla Scuola elementare Mario Galli furono messe in atto “deportazioni politiche” con la partenza coatta di centinaia di sestesi verso i campi di concentramento tedeschi.

Foto storica della Scuola Breda

La parola all’architetto

La struttura è composta da due corpi: uno a L – lato Galli - con due piani fuori terra e un sotterraneo adibito a cantina, e uno a C - lato Breda. I due corpi principali sono collegati da un piccolo edificio di raccordo a un solo piano: la palestra che dà su viale Matteotti. L’edificio a sud definisce l’angolo fra via Leonardo e via Matteotti e presenta una facciata importante, tipica dell’architettura razionalista dell’epoca (lo vedete nella foto in bianco e nero). Oggi gli spazi verdi interni risultano in parte ridotti dall’inserimento di una nuova costruzione scolastica, la scuola media Breda che risale agli anni ‘80.

Scuola Galli Breda vista dall’alto

La scuola al tempo del fascismo

La Riforma Gentile risale al 1923, a opera del Ministro dell’Istruzione del primo governo Mussolini, il filosofo neoidealista Giovanni Gentile. Punti salienti della riforma sono l’innalzamento dell’obbligo sino al quattordicesimo anno di età. Dopo i primi cinque anni di scuola elementare uguali per tutti, l’alunno deve scegliere tra liceo ginnasio e scuola complementare per l’avviamento al lavoro. La scuola di Gentile è severa ed elitaria. Gli studi superiori, nella concezione del filosofo, sono "aristocratici, nell’ottimo senso della parola: studi di pochi, dei migliori". La riforma, definita da Mussolini "la più fascista delle riforme", rimane sostanzialmente in vigore anche dopo l’avvento della Repubblica fin quando il Parlamento italiano, con la legge n° 1859 del 31 dicembre 1962 abolendo la scuola di avviamento, dà vita alla scuola media unificata.

La tutela

La Scuola Galli Breda è tutelata dal Piano di Governo del Territorio, Piano delle regole - Norme Tecniche di attuazione, capo IV Tutela e valorizzazione dei beni storico-documentali, articolo 22 Tutela e valorizzazione dei beni storico-documentali della “Città delle fabbriche”, paragrafo 2 comma 2.1.

Scuola Galli Breda si trova in:

  • Sportelli - Sesto San Giovanni per l'UNESCO - Italiano, English - 03. Area Campari - Campari Area

STAMPA

Localizzazione della Scuola Galli Breda sulla mappa dell'area Campari Galleria fotografica: ingresso Galli, ingresso Breda, planimetria Breda, foto storica della scuola Galli, sezione Breda

Ufficio

Sesto San Giovanni per l'UNESCO
piazza della Resistenza n. 20
Sesto San Giovanni (Mi)
tel:02.2496386/309
fax:02.2496312
Scrivici
per contattarci

 

© 2001-2015 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968, C.F. 02253930156
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su