Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

Interventi per minori, adulti e famiglie

SIA - Sostegno per l'inclusione attiva

Importante

Puoi consegnare fino al 31 ottobre 2017 le domande per il contributo Sia.
Dal 1° Dicembre 2017 sarà possibile presentare domanda per il Rei, un nuovo beneficio a favore delle famiglie in difficoltà, previsto dal Decreto legislativo 147/2017.
Non appena verranno stabiliti, vi comunicheremo i requisiti e le modalità di presentazione della nuova domanda.
 

Dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali arriva SIA, il Sostegno per l’Inclusione Attiva.
E’ una misura di contrasto alla povertà che prevede un contributo per le famiglie in condizioni economiche disagiate e l’adesione a un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa.

I requisiti

Puoi richiedere il SIA se si verifica almeno una di queste condizioni:
- sei una donna incinta da almeno 4 mesi
- nel tuo nucleo familiare c’è una persona disabile con almeno un genitore
- hai almeno un componente di minore età

Devi inoltre:
- avere un ISEE uguale o inferiore a 3000 euro
- essere residente in Italia da almeno 2 anni
- avere la cittadinanza italiana o comunitaria, oppure il permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo

Non puoi fare domanda per il SIA se:
- ricevi più di 600 euro di indennità o contributi a titolo previdenziale, indennitario o assistenziale da parte dello Stato o di altri enti pubblici (NASPI e ASDI); questa cifra diventa 900 euro in caso di presenza nel nucleo familiare di persona non autosufficiente, come definita ai fini ISEE e risultante nella DSU
- hai comprato un nuovo veicolo negli ultimi 12 mesi o hai un autoveicolo di cilindrata superiore a 1300 cc o un motoveicolo di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati nei 36 mesi precedenti alla presentazione della domanda. Sono fatti salvi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore di persone con disabilità ai sensi della disciplina vigente.

Il progetto personalizzato

Per avere l’aiuto economico dovrai aderire a un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa, che prevede interventi individuati dai servizi sociali, dal centro per l’impiego, dai servizi sanitari e dalle scuole.
Il progetto viene costruito insieme a tutti i componenti del nucleo familiare, sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni.
Le attività possono riguardare i contatti con i servizi, la ricerca di lavoro, l’adesione a progetti di formazione, la frequenza e l’impegno scolastico, la prevenzione e la cura della salute.

L’obiettivo è aiutare le famiglie a superare sia la condizione di povertà sia a riconquistare gradualmente l’autonomia.

Il valore

Il contributo economico è mensile, dura 1 anno e dipende dal numero dei componenti del nucleo familiare:

1 80 €
2 160 €
3 240 €
4 320 €
5 400 €

 

Il contributo viene assegnato ogni 2 mesi.
n.b.

- dal contributo vengono tolte eventuali somme erogate ai titolari di Carta acquisti ordinaria e dell’incremento del Bonus bebè.
- per le famiglie che soddisfano i requisiti per accedere all’Assegno per il nucleo familiare con almeno tre figli minori, il beneficio viene ridotto della somma corrispondente all’assegno a prescindere che sia stata effettivamente inoltrata la richiesta dell’assegno.
- ai nuclei familiari composti esclusivamente da genitore solo e da figli minorenni l’importo del beneficio viene aumentato di ulteriori 80 euro

Come si richiede il SIA

Compila il modulo (in alto a destra) e consegnalo all’ufficio Protocollo.
Allega le fotocopie di:
- dicharazione Isee e Dsu
- carta d’identità e permesso di soggiorno di chi fa la richiesta

Se hai bisogno di informazioni e di un aiuto a compilare il modulo vieni all’ufficio Bonus in via Benedetto Croce 12 in questi orari:
da lunedì a giovedì dalle 9.00 alle 12.00
lunedì anche dalle 14.00 alle 16.00.
Prendi il numero in portineria al piano terra.

attenzione: nella valutazione della domanda si tiene conto delle informazioni dichiarate nella Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) utilizzata ai fini ISEE. Controlla quindi che sia ancora valida.

Il Comune e l’Inps faranno le verifiche necessarie sui requisiti e poi, se la tua domanda verrà accolta,  ti contatteremo per costruire insieme al tuo nucleo familiare il progetto personalizzato.

Revoca del beneficio

Il Comune può revocare il beneficio se:

- non firmi il progetto personalizzato;
- c’è una violazione degli obblighi del progetto;
- non c’è più la condizione di bisogno.

Per info

Guarda il video tutorial sul SIA.

SIA - Sostegno per l'inclusione attiva si trova in:

STAMPA

famigliadonna incintadisabile

Ufficio

Ufficio Bonus
via Benedetto Croce n. 12
Sesto San Giovanni (Mi)
tel:02.24968947
Scrivici
per contattarci

 

© 2001-2015 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968, C.F. 02253930156
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su