Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

Urbanistica - Programmi integrati di intervento

La rigenerazione urbana in corso delle aree ex Falck - Rassegna Urbanistica Nazionale 4 aprile 2019

Il Comune di Sesto partecipa alla Rassegna Urbanistica Nazionale a Riva del Garda (4 aprile 2019), in occasione del XXX Congresso Nazionale dell’Istituto Nazionale di Urbanistica, per raccontare lo stato dell’arte del progetto di riqualificazione delle aree ex Falck. Per raccontare, cioè, cosa è stato fatto negli ultimi 3 anni, in particolare sull’attivazione dei procedimenti di numerose opere pubbliche, sulle attività di bonifica in corso, sul grande parco urbano e gli insediamenti dei due comparti Unione e Concordia.

Guarda il video con l’intervento dell’assessore all’urbanistica Antonio Lamiranda.

Ecco i materiali illustrati nella giornata seminariale ed esposti nella mostra "Mosaico Italia: raccontare il futuro" dal 3 al 6 aprile 2019 a Riva del Garda. Una bella sintesi di quello che si è fatto, si sta facendo e si farà nelle aree ex Falck.
Ringraziamo Milanosesto per il contributo dato alla realizzazione dei pannelli in mostra.

Il masterplan e le opere pubbliche

Milanosesto è il processo di trasformazione di una delle più vaste aree industriali dismesse d’Europa (145 ha). La Variante al PII, vigente dal 2016, prevede 4 Fasi attuative, in cui sono organizzate aree pubbliche per il 75% del totale e un’edificabilità di circa 1.000.000 mq di SLP con un articolato mix di funzioni private.
La nuova città sarà caratterizzata da grandi eccellenze sanitarie e scientifiche come la Città della Salute e della Ricerca, da un vasto e articolato sistema di spazi pubblici attrezzati e ambientali a partire dal grande Parco Urbano, da un nuovo sistema infrastrutturale e dalla messa in sicurezza e rifunzionalizzazione dei beni storico documentali, candidati a Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO e memoria industriale della città delle fabbriche.
Attuazione della Variante al PII: tra il 2016 e marzo 2019 sono state attivate 2 Fasi (oltre alla Fase 0 infrastrutturale) e attivati i procedimenti dei differenti livelli progettuali delle grandi Opere pubbliche di Fase per circa 100 mln €, propedeutiche e necessarie ai nuovi insediamenti e alla Città della Salute e della Ricerca. In particola re sono stati approvati 5 Progetti di Fattibilità tecnica ed economica nel 2017 e 4 nel 2018. Nell’ultimo anno è stato inoltre approvato il progetto definitivo della stazione a ponte e piazza I maggio ed attualmente è in fase di approvazione il progetto esecutivo. Nel 2018 sono infine stati
approvati i progetti di fattibilità tecnica ed economica delle Opere di Unità del comparto Concordia per circa 30 mln €.
Principali soggetti coinvolti: Milanosesto (soggetto promotore), Comune di Sesto San Giovanni, Bizzi & Partners Development, RPBW, Tectoo, Ottavio Di Blasi.



Scarica la tavola

Le attività di bonifica dei suoli

Le Aree ex Falck, occupate per quasi un secolo da insediamenti siderurgici sono dismesse da metà anni ’90 e classificate come Sito di Interesse Nazionale (SIN). Nel corso degli anni sono state oggetto di numerose campagne di caratterizzazione con l’obiettivo di valutarne lo stato di contaminazione del suolo. Milanosesto ha iniziato una delle più grandi bonifiche previste sul territorio nazionale ed europeo a partire dal sedime su cui sorgerà la Città della Salute e della Ricerca. Nel corso delle attività di bonifica sono inoltre previsti monitoraggi periodici delle acque di falda e della qualità dell’aria, con l’obiettivo di controllare anche l’eventuale produzione di polveri durante gli scavi. Dal 2004 sono inoltre in corso indagini periodiche dell’acqua di falda tramite 41 coppie di piezometri.
Stato di attuazione delle attività di bonifica dei suoli: dal 2015 a marzo 2019 sono stati bonificati e certificati 20 ha di terreni (Lotti funzionali 1, 2, 3, 4 e CDSR2) oggetto di successiva cessione nel 2018 agli IRCSS Istituto Nazionale dei Tumori e Istituto Neurologico Carlo Besta per la realizzazione della Città della salute e della Ricerca. Si stanno completando le attività di bonifica dei suoli:
- nel Lotto Fase 1 - Commerciale nel comparto Concordia per circa 8.1 ettari
- nel Comparto Unione ed ex-RFI nei Lotti funzionali 5 e SC per ulteriori 3.8 ettari
- nel comparto Unione nord – San Raffaele 2 per ulteriori 4,5 ettari.
Le aree con progetti di bonifica dei suoli autorizzati sia in modalità ordinaria sia semplificata ammontano a 21,3 ettari, mentre 80,7 ettari ulteriori sono già stati oggetto di caratterizzazione.
Principali soggetti coinvolti: Milanosesto (soggetto promotore), Comune di Sesto San Giovanni, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Edile Engineering & Construction, United Risk Management.

Materiali

Scarica la tavola

Il parco urbano

Il grande Parco Urbano di 25 ettari, unitamente al parco della Città della Salute e della a Ricerca, e a tutte le aree verdi e agli spazi pubblici attrezzati previsti, costituisce il cuore e il collante che tiene insieme le varie parti del nascente ambiente urbano costruito. E’ stato pensato come spazio accessibile, adattabile alla sensibilità di chi vivrà quei luoghi, permeabile in quanto permetterà uno scambio continuo fra ambiente esterno e spazi interni. Sarà caratterizzato dalla presenza di molteplici funzioni che dovranno renderlo fruibile, vivo e sicuro.
L’estensione complessiva delle aree prettamente verdi è di oltre 50 ettari, con circa 15 km di circuiti ciclopedonali e circa 10.000 nuovi alberi piantumati.
Le aree pubbliche previste occupano il 75% della superficie complessiva.
L’attuazione del Parco Urbano sta avvenendo coerentemente con i cronoprogrammi e le fasi previste. È stato individuato un corpo centrale ad attuazione prioritaria di circa 14 ettari, di cui attualmente è in fase
di istruttoria il relativo progetto di fattibilità tecnica ed economica e che costituirà l’ossatura verde che sarà realizzata contestualmente agli insediamenti pubblici e privati dei comparti Unione e Concordia.
Principali soggetti coinvolti: Milanosesto (soggetto promotore), Comune di Sesto San Giovanni, Bizzi & Partners Development, Tectoo.

Scarica la tavola

I comparti Unione e Concordia

Il Comparto Unione
La Progettazione Unitaria Complessiva (pianificazione di livello intermedio tra piano attuativo e permessi di costruire), attualmente in fase di proposta preliminare in istruttoria, è uno
delle due principali polarità urbane previste. E’ un nuovo ambiente urbano in stretta relazione con la nuova stazione ferroviaria a ponte, la fermata della linea 1 metropolitana, le piazze limitrofe e
l’adiacente parco
. E’ una combinazione di isolati con mix funzionali caratterizzati da cortili aperti e con attività commerciali al piano terra che si affacciano su spazi in larga parte pedonali. Un nuovo pezzo di città di grande accessibilità dal trasporto pubblico.

Il Comparto Concordia
A dicembre 2018 è stata approvata la Progettazione Unitaria Complessiva di questa parte delle aree. Un articolato insediamento principalmente composto da un lato da un brano di città prevalentemente residenziale con al piede piastre commerciali (Street Retail) che si affacciano su una rete di spazi pedonali che a loro volta si collegano alla nuova piazza Pompei, dall’altro lato dal T5,
l’imponente forno siderurgico rifunzionalizzato a Centro Commerciale Multifunzionale direttamente accessibile dal progettato raddoppio di viale Edison e dal nuovo svincolo della tangenziale.

Principali soggetti coinvolti: Milanosesto (soggetto promotore), Comune di Sesto San Giovanni, Bizzi & Partners Development, Tectoo, U.lab.



Scarica la tavola

La rigenerazione urbana in corso delle aree ex Falck - Rassegna Urbanistica Nazionale 4 aprile 2019 si trova in:

  • Sportelli - Edilizia e urbanistica - Urbanistica - Progetti

STAMPA

Ufficio

Urbanistica, S.U.E. - Sportello unico per l'edilizia
piazza della Resistenza n. 20
Sesto San Giovanni (Mi)
Scrivici
per contattarci

 

© 2001-2015 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968, C.F. 02253930156
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su