Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

Vai all'Archivio di Ambiente e territorio

EcoSistema Metropolitano 2006

Il 9 marzo 2006 alla Casa della Cultura di Milano viene presentato il rapporto della prima edizione di EcoSistema Metropolitano, un’iniziativa della Provincia di Milano volta a valorizzare e a stimolare le politiche di sostenibilità ambientale attuate dai Comuni.
Attraverso una rilevazione operata sui Comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti e sulla base di specifici indicatori sono stati individuati i dieci migliori risultati: Sesto San Giovanni si qualifica al secondo posto!

La graduatoria di sostenibilità ambientale

La graduatoria generata dalla raccolta dati si pone l’obiettivo di individuare quei comuni che più di altri hanno avviato politiche tese a minimizzare i fattori di pressione e di impatto sull’ambiente e la salute umana.
Gli indicatori individuati costituiscono, inevitabilmente, un’approssimazione di questo concetto, in funzione della disponibilità dei dati e delle informazioni.
Il processo di valutazione si è svolto in quattro fasi:

  • selezione di una batteria estesa di indicatori di risposta 
  • normalizzazione dei dati secondo la procedura di ranking impiegata nel rapporto Ecosistema Milano
  • equipesatura dei vari indicatori
  • somma dei risultati

Selezione indicatori

La raccolta dei dati e il questionario hanno consentito di acquisire risposte su un totale di 72 indicatori, dei quali 44 (23 da questionario) sono caratterizzabili come indicatori di risposta, correlabili a:

  • politiche pubbliche di scala comunale (ad es. acquisti verdi dell’amministrazione comunale) 
  • politiche pubbliche di scala sovracomunale (ad es. aree a tutela paesistica)
  • politiche di imprese private (ad es. certificazioni di sistemi di gestione ambientale) 
  • comportamenti individuali (ad es. qualità ambientale degli autoveicoli)

Sui 44 indicatori disponibili ne sono stati selezionati 26, 15 dei quali derivanti dal questionario (vedi Tabella 1). Sono stati esclusi in particolare gli indicatori per i quali l’indisponibilità di informazioni era elevata. La disponibilità informativa sulla base della selezione effettuata è del 98%. 

I 26 indicatori selezionati - rappresentati nella Tabella 2 - coprono diverse aree tematiche e riguardano sia politiche pubbliche locali che sovracomunali, politiche di imprese e comportamenti individuali.
Nella selezione il focus è stato posto su indicatori di risposta di competenza delle amministrazioni comunali (77% del totale), mentre sotto il profilo delle competenze vi è una ripartizione più diversificata, con una prevalenza per gli indicatori gestionali (processi partecipativi, appalti etc), la mobilità e l’energia.

TEMATISMI

N.

 

COMPETENZE

N.

gestione

7

 

comunale

20

mobilità

7

 

sovracomunale

2

energia

5

 

imprese

2

territorio

4

 

comportamenti ind.

2

rifiuti

2

 

 

 

consumi

2

 

 

 

industria

1

 

 

 

Normalizzazione

Poichè i valori sono espressi in unità di misura diverse e presentano distribuzioni molto diversificate - in alcuni casi binarie - i valori sono stati normalizzati secondo i criteri di ranking descritti nel rapporto EcoSistema Metropolitano.
Per ogni indicatore, pertanto, il punteggio varia da 1 a 5 (o da 2 a 4 per alcuni casi). Nel caso di indicatori con distribuzione binaria (si/no) il punteggio è 2/4, con la sola eccezione di quelli relativi alla zonizzazione acustica e all’avvio di un processo di Agenda 21 (da 2 a 5).
Con questa distribuzione il punteggio massimo teorico è pari a 120 punti, equivalenti a una media di 4,6 punti.
I tematismi che maggiormente incidono sul punteggio finale sono, nell’ordine, gestione, mobilità, energia e territorio. Il livello di competenza prevalente resta quello comunale (il 79% dei punteggi). I valori massimi attribuibili per ciascun tematismo o tipologia di competenza sono quindi:
 

TEMATISMI

N.

 

COMPETENZE

N.

gestione

29

 

comunale

91

mobilità

25

 

imprese

10

energia

21

 

comportamenti ind.

10

territorio

20

 

sovracomunale

9

rifiuti

10

 

 

 

consumi

10

 

 

 

industria

5

 

 

 

Pesatura e Somma

Ai diversi indicatori non sono stati attribuiti pesi differenziati, anche se alcuni hanno una scala fino a un massimo 4. Questi riguardano gli appalti (tre sub indicatori), i processi di agenda 21 (2 sub indicatori), i regolamenti edilizi (2 sub indicatori), l’impiego di compost e il solare fotovoltaico.
I valori sono stati sommati e divisi per il numero di indicatori per i quali, in ciascun comune, erano disponibili dati. Sui 53 comuni considerati sono disponibili tutti i 26 indicatori in 35 casi, 25 indicatori in 10 casi, 24 indicatori in 7 casi, 23 indicatori in 1 caso.

Risultato

I risultati sono riassunti nella tavola della graduatoria.
Su un totale di 53, i comuni che presentano i migliori risultati, con un punteggio variabile da 3,29 a 3,08 sono nell’ordine: Limbiate, Sesto San Giovanni, Gorgonzola, Corsico, Vimercate, Melegnano, Bareggio, Arcore, Cesano Maderno, Magenta e Monza.

EcoSistema Metropolitano 2006 si trova in:

STAMPA

 

© 2001-2015 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968, C.F. 02253930156
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su