Agevolazioni postali per la spedizione di materiale di propaganda elettorale  
 
Si rammenta che gli artt.17 e 20 della legge 10 dicembre 1993, n.515 prevedono, con riferimento alla campagna elettorale dei candidati, tariffe postali agevolate di Euro 0,04 per invio di materiale propagandistico fino ad un numero massimo di copie pari al totale degli elettori nella circoscrizione o nel collegio. La tariffa di agevolata (Euro 0,04) per la spedizione degli invii di propaganda elettorale di cui alla predetta legge e applicabile alle prossime elezioni. (Come stabilito dall'art.4 del D.L. 23.11.2001, convertito in legge n.463 del 31.12.2001).
La tariffa agevolata puo essere utilizzata unicamente nei 30 giorni precedenti la data di svolgimento delle elezioni, secondo le seguenti istruzioni per l'affrancatura dei plichi diramate dalle Poste Italiane S.p.A. :

1. Qualora il menzionato materiale venga affrancato a macchina, la dicitura da apporre a cura del mittente, anche a timbro, sugli involucri di ciascun invio da spedire o sull'invio stesso, deve essere: "Tar. rid. L. 515/93".
2. Nel caso in cui il ripetuto materiale venga spedito con assolvimento dell'affrancatura attraverso versamento sul conto corrente, la dicitura da apporsi sui plichi, sempre a cura del mittente, deve essere: "Tassa pagata - Tar. rid. L. 515/93".
3. Nell'ipotesi che il materiale medesimo venga postalizzato utilizzando apposito conto di credito ordinario, la dicitura da riportare, sempre su ciascun involucro, : "affrancatura da addebitarsi sul conto di credito ordinario aperto presso l'ufficio postale di..............(Autorizzazione ....di.....del......).
4. Ove l'affrancatura del materiale suddetto avvenga con l'applicazione dei francobolli, la dicitura da apporre, sempre su ciascun involucro o ciascun invio, a cura del mittente, : "Tar rid. L. 515/93"...."