Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

Notizie dal Comune

Comunicati stampa

Sesto San Giovanni, prefettura dà ragione al Comune: rigettato il ricorso presentato da una famiglia straniera cancellata dall'anagrafe


La Prefettura di Milano ha rigettato il ricorso presentato a giugno da una famiglia straniera contro il provvedimento dello scorso gennaio con cui il Comune di Sesto San Giovanni ha disposto la cancellazione d'ufficio dai registri anagrafici della famiglia residente in via Marconi 163.



Il Comune, insieme alla Polizia Locale, aveva verificato e accertato le pessime condizioni, sia strutturali che igienico-sanitarie, dello stabile in questione appurando anche come fosse disabitato da tempo.



La Prefettura ha ritenuto corretto dal punto di vista logico e giuridico il percorso procedimentale che ha portato all'emissione del provvedimento di cancellazione della famiglia dai registri dell'anagrafe del Comune di Sesto San Giovanni e pertanto ha rigettato il ricorso.



“Un'altra dimostrazione della correttezza e della trasparenza con cui lavoriamo – commenta Roberto Di Stefano, sindaco di Sesto San Giovanni –. Senza nessuna forzatura, ma nel pieno rispetto della legge: chi rispetta le regole non ha nulla da temere. Appena venuti a conoscenza di questa situazione di degrado, con di mezzo anche dei minori, siamo prontamente intervenuti e ora la Prefettura ci ha dato ragione. Da sinistra qualcuno griderà al razzismo, ma come è già successo col Tar – che per ben tre volte ha respinto i ricorsi dei cittadini stranieri che non hanno presentato tutta la documentazione necessaria per ottenere la casa popolare – ci sono decreti e sentenze a dimostrare che applichiamo la legge senza alcuna discriminazione verso nessuno”.

Data di pubblicazione: 12/09/2019

<< Indietro

Ufficio stampa

UFFICIO STAMPA
piazza della Resistenza, 20
Sesto San Giovanni (Mi)
fax: 02/2496560
dettagli

 

© 2001-2015 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968, C.F. 02253930156
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su