Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

Notizie dal Comune

Comunicati stampa

Prendere o cedere una casa in affitto: LoCare entra nella seconda fase


Sono 10 i contratti chiusi grazie al progetto LoCare, avviato un anno e mezzo fa - grazie alla collaborazione tra il Comune di Sesto, la Banca di Credito Cooperativo, Caritas Ambrosiana e l’Associazione Una casa per - per far incontrare la domanda e l’offerta di case in affitto a canone calmierato.

Lo scopo di LoCare, infatti, è quello di incentivare i proprietari di casa orientati all’affitto, offrendo loro garanzie, certezze e sicurezza in merito all’affidabilità e solvibilità degli inquilini.

Attraverso lo sportello di LoCare, attivo all’Osservatorio Casa in via Benedetto Croce 12 il mercoledì mattina dalle 9 alle 12, il proprietario può conoscere i potenziali inquilini e affittare l’appartamento con più serenità.

Il ruolo che svolge il Comune è proprio quello di verificare il reddito delle famiglie che richiedono una casa in affitto, accertandone la solvibilità e garantendo loro nel contempo una casa ad affitto calmierato: 400 Euro al mese per i monolocali, 500 per i bilocali e 600 per i trilocali.

“Il numero degli sfratti è in aumento – dichiara l’Assessore alla Casa Demetrio Morabito – Ne registriamo uno alla settimana, e la situazione è destinata a peggiorare dato che il Governo ha eliminato il Fondo sostegno affitti erogato ogni anno alle regioni.

L’importanza di un progetto come LoCare è notevole non solo perché rappresenta una soluzione al problema della ricerca della casa per chi ha un reddito non compatibile con gli affitti di mercato, ma anche perché contribuisce ad incrementare la fiducia nel sistema degli affitti.

Troppe volte i piccoli proprietari non si fidano di cedere in affitto il proprio appartamento per timore di non essere pagati o per paura di vedere la propria casa danneggiata da affittuari irrispettosi. L’Amministrazione, grazie agli accertamenti che svolge sulla famiglia richiedente, fa in modo che queste due condizioni non si verifichino e che entrambe le parti della contrattazione siano pienamente soddisfatte.

Il fatto che fino ad oggi – conclude Morabito – non vi sia stato bisogno di ricorrere alla fideiussione bancaria per sanare insolvenze è una conferma che ciascuno, a partire dall’accompagnamento svolto dai volontari nei confronti dell’affittuario, sta facendo la propria parte con scrupolosità e attenzione”.

Delle 121 domande di casa in affitto che sono pervenute all’Amministrazione, 39 sono state dichiarate idonee, le altre non sono state accolte per mancanza dei requisiti.



>> Vai all'approfondimento

immagine di una videocamera Guarda la conferenza stampa on line

Data di pubblicazione: 11/04/2011

<< Indietro

Ufficio stampa

UFFICIO STAMPA
piazza della Resistenza, 20
Sesto San Giovanni (Mi)
fax: 02/2496560
dettagli

 

© 2001-2013 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su