Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

Terzo settore

Le organizzazioni di volontariato

Cos’è e cosa fa un’organizzazione di volontariato

Le organizzazioni di volontariato hanno finalità di carattere sociale, civile, culturale. Svolgono:

  • attività di carattere sociale nell’area socio-assistenziale e socio-sanitaria
  • attività di carattere civile nell’area della tutela e del miglioramento della qualità della vita, della protezione dei diritti della persona, della tutela e valorizzazione dell’ambiente, della protezione del paesaggio e della natura, del soccorso in caso di pubblica calamità
  • attività di carattere culturale, nell’area sia della tutela e valorizzazione della cultura, del patrimonio storico e artistico, sia delle attività di animazione ricreativa, turistica e sportiva, o di educazione permanente.

Un’organizzazione di volontariato possiede alcune caratteristiche specifiche, previste espressamente nell’atto costitutivo o nello statuto:

  • non ha fini di lucro
  • è una struttura democratica
  • le cariche associative sono elettive e gratuite e i criteri di ammissione e di esclusione degli aderenti, i loro obblighi e diritti sono esplicitati
  • le prestazioni fornite dagli aderenti sono gratuite
  • ha l’obbligo del resoconto economico annuale dal quale devono risultare i beni, i contributi e le modalità di approvazione del resoconto stesso da parte dell’assemblea degli aderenti.

Volontari e non

All’interno di una organizzazione di volontariato operano i volontari. L’attività di volontario non può essere retribuita in nessun modo nemmeno dal beneficiario. Il volontario può ricevere soltanto un rimborso per le spese effettivamente sostenute. La qualità di volontario è incompatibile con qualsiasi forma di rapporto di lavoro subordinato o autonomo.

Le organizzazioni di volontariato possono assumere lavoratori dipendenti o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo esclusivamente nei limiti necessari al loro funzionamento o per migliorare la qualità dell’organizzazione.

Le organizzazioni di volontariato devono assicurare gli aderenti che prestano l’attività di volontariato contro gli infortuni e le malattie connessi allo svolgimento dell’attività stessa, e per la responsabilità civile verso terzi.

Come iscriversi alla sezione regionale o sezione provinciale del  registro regionale delle organizzazioni di volontariato

Le organizzazioni di volontariato con i requisiti che abbiamo citato possono iscriversi al registro regionale o provinciale delle organizzazioni di volontariato.
La sezione regionale riguarda le organizzazioni che hanno una sede legale in una provincia e una sede in un’altra provincia, mentre la sezione provinciale riguarda le organizzazioni con una sola sede legale ed operativa.

I passi per l’iscrizione sono i seguenti.

  1. L’organizzazione inoltra la domanda di iscrizione al presidente della giunta regionale o al presidente della provincia di Milano e al sindaco del comune dove l’organizzazione svolge la propria attività.
  2. Il sindaco trasmette alla giunta regionale o alla Provincia di Milano il suo parere circa l’organizzazione entro 60 giorni. Se il parere non arriva entro questo termine, si intende favorevole. 
  3. A questo punto entro 90 giorni dalla data di acquisizione del parere del Comune (o dallo scadere del termine dei 60 giorni) è possibile l’iscrizione al registro.
  4. Possono però essere richiesti chiarimenti, documentazione ulteriore, o elementi di valutazione integrativi.
  5. Se l’organizzazione possiede i requisiti necessari, avviene l’iscrizione.

Le organizzazioni di volontariato sono tenute a presentare entro il 30 maggio di ciascun anno alla Regione o alla Provincia una relazione dalla quale emerga che l’organizzazione possiede ancora i requisiti per l’iscrizione nel registro. La relazione inoltre illustra l’attività svolta nell’anno precedente, accompagnata dal rendiconto economico-finanziario.

Perché iscriversi alla sezione regionale o provinciale del registro regionale

La Regione e la Provincia  sostengono  le organizzazioni di volontariato con contributi per le attività, anche di formazione, e i progetti. L’iscrizione nel registro è condizione necessaria per 

  • accedere ai contributi pubblici
  • stipulare le convenzioni con la Regione e gli altri enti pubblici per lo svolgimento delle attività
  • beneficiare delle agevolazioni fiscali previste dalla normativa vigente. (onlus di diritto)
  • partecipare ai contributi della legge regionale  per la famiglia.

Inoltre le organizzazioni iscritte nel registro partecipano alla programmazione dei servizi a livello comunale, sovracomunale e regionale.
I volontari delle organizzazioni iscritte nel registro hanno priorità nell’ammissione ai corsi di aggiornamento che riguardano le attività di volontario, organizzati o finanziati dai comuni, dalle province e dalla Regione.

Riferimenti normativi

Per i bandi e quindi la possibilità di presentare domanda di finanziamento, e per le novità che riguardano il Terzo Settore monitorate il sito della Regione Lombardia.

Le organizzazioni di volontariato si trova in:

STAMPA

tante mani alzate verso il cielo
 

© 2001-2013 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su