Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

banner del sito Sesto per l'UNESCO Urban center certificati on line vai alla pagina del Comune di Sesto su Facebook Sesto Scrivendo - L'Urp mi risponde Informagiovani PGT e VAS civiche
logo AmbitoFondazione Isec

Malato

D.A.T. - Dichiarazione Anticipata di Trattamento

Che cos’è la D.A.T.

La dichiarazione anticipata di trattamento viene anche chiamata testamento biologico o di vita. E’ un documento strettamente personale con cui una persona maggiorenne (intestatario), capace di intendere e di volere, esprime la propria volontà ad accettare, o non accettare, alcuni trattamenti sanitari e medici nel caso in cui si trovasse in condizione di non poter manifestare la propria volontà.

L’intestatario del D.A.T. può disporre che i trattamenti sanitari su di sè siano o non siano portati avanti se dovessero causare:
• incoscienza permanente e non recuperabile
• demenza avanzata e non recuperabile
• paralisi con incapacità totale di comunicare.

Può anche disporre che siano o non siano intrapresi provvedimenti volti ad alleviare le sue sofferenze come farmaci oppiacei o forme di respirazione meccanica in caso di:
• coma o persistente stato vegetativo irreversibile
• malattia terminale
• lesione cerebrale invalidante e irreversibile
• malattia che richieda l’uso permanente di macchinari.

In questo documento, infine, l’intestatario può anche indicare le sue volontà sul fine vita, cioè sulla donazione dei propri organi, sulle funzioni religiose e il rito funerario, sulla cremazione o la tumulazione del proprio corpo.

Per essere valida, la dichiarazione deve contenere il nome di almeno una persona maggiorenne, il fiduciario.
n.b.
L’intestatario può sempre decidere di cambiare il fiduciario, modificare le sue disposizioni o ritirare la sua D.A.T.

Chi è il fiduciario

E’ la persona maggiorenne che ha il compito di far rispettare le volontà espresse dall’intestatario della D.A.T. Questo significa che, se l’intestatario si trova nella condizione di non poter manifestare la propria volontà, il fiduciario deve ritirare la dichiarazione in Comune e informare gli organismi sanitari o l’autorità giudiziaria dell’esistenza di questo documento che riporta le volontà dell’intestatario.

Il Comune può consegnare la busta chiusa che contiene la D.A.T. solo al fiduciario o all’autorità giudiziaria e  agli organismi sanitari, se ne fanno esplicita richiesta.

Se una persona viene nominata fiduciaria, ma non intende più svolgere questo compito, può rinunciare all’incarico e presentare in Comune una dichiarazione.

L’intestatario può anche nominare più di un fiduciario.

Come si presenta una D.A.T.

Data la delicatezza del documento e del suo contenuto, è necessario che chi presenta la D.A.T. rispetti questa procedura:

scrivere la propria dichiarazione anticipata di trattamento: per farlo, bisogna usare questo modulo, compilarlo e firmarlo. Anche il fiduciario deve firmare la D.A.T.

mettere la D.A.T. in una busta chiusa insieme alle fotocopie dei documenti di identità dell’intestatario e del fiduciario (o dei fiduciari, se ne sono stati nominati più di uno): gli impiegati del Comune, quindi, non possono leggere il contenuto della D.A.T. e non sono responsabili in alcun modo di quello che c’è scritto.

• fissare un appuntamento: per farlo, bisogna rivolgersi all’ufficio di Segreteria di direzione del settore Servizi ai cittadini, al primo piano di Villa Puricelli Guerra, in via Puricelli Guerra 24. 
L’ufficio è aperto da lunedì a giovedì dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17. Il venerdì è aperto dalle 9 alle 12. Ecco le persone di riferimento:

andare all’appuntamento con il proprio fiduciario entrambi con un documento d’identità valido e il codice fiscale. In questa occasione devono compilare e  firmare, di fronte agli impiegati del Comune, la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà:

• A questo punto la busta chiusa che contiene la D.A.T. viene numerata. Il numero viene annotato in un registro informatico e riportato su ciascuna delle dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà firmate dall’intestatario e dal fiduciario.

ritirare la fotocopia della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà con annotato il numero di registro assegnato. 

Il Comune archivia in una cassaforte la busta che contiene la D.A.T. insieme alle dichiarazioni dell’intestatario e del fiduciario.

D.A.T. - Dichiarazione Anticipata di Trattamento si trova in:

STAMPA

penna stilografica

Regolamenti

Ufficio

Servizi ai cittadini
via Puricelli Guerra n. 24
Sesto San Giovanni (Mi)
fax:02/2496831
per contattarci

 

© 2001-2015 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968, C.F. 02253930156
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su