Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

banner del sito Sesto per l'UNESCO Urban center certificati on line vai alla pagina del Comune di Sesto su Facebook Sesto Scrivendo - L'Urp mi risponde Informagiovani PGT e VAS civiche
logo AmbitoFondazione Isec

Contribuente

IMU - ravvedimento operoso: cosa fare se paghi in ritardo

Che cos’è il ravvedimento operoso

Acconto IMU 2016

Se non hai pagato l’acconto dell’IMU entro il 16 giugno o se, per errore, l’hai pagato solo in parte, puoi ancora versare l’importo per intero o come integrazione a quanto già pagato con questa modalità:

•  Ravvedimento operoso LUNGO

Se paghi dopo il 90° giorno di ritardo (dal 15 settembre 2016) e comunque entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno in cui è stata commessa la violazione (entro il 30 giugno 2017), devi pagare una sanzione del 3,75% + gli interessi legali (dello 0,2 % annuo tasso di interesse legale dal 1° gennaio 2016 fino al 31 dicembre 2016 e dello 0,1% annuo tasso di interesse legale dal 1° gennaio 2017). Entrambi si calcolano sull’imposta ancora dovuta.

Esempio

IMU dovuta: 150 euro – pagamento 20 maggio 2017
150 x 3,75 :100 = 5,63 euro (sanzione)

150 x 0,2 x 198 : 36.500 = 0,16 euro (interessi legali – per i giorni di ritardo dal 17 giugno 2016 al 31 dicembre 2016)

150 x 0,1 x 140 : 36.500 = 0,06 euro (interessi legali – per i giorni dal 1° gennaio 2017 al 20 maggio 2017)

150 + 5,63 + 0,16 + 0,06 = 155,85 euro (IMU comprensiva di sanzione e interessi legali).

Saldo IMU 2016

Se non hai pagato il saldo dell’IMU entro il 16 dicembre 2016 o se, per errore, l’hai pagato solo in parte, puoi ancora versare l’importo per intero o come integrazione a quanto già pagato con questa modalità:

•  Ravvedimento operoso LUNGO

Se paghi dopo il 90° giorno di ritardo (dal 17 marzo 2017) e comunque entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno in cui è stata commessa la violazione (30 giugno 2017), devi pagare una sanzione del 3,75% + gli interessi legali (dello 0,2 % annuo tasso di interesse legale dal 1° gennaio 2016 fino al 31 dicembre 2016 e dello 0,1% annuo tasso di interesse legale dal 1° gennaio 2017). Entrambi si calcolano sull’imposta ancora dovuta.

Esempio

IMU dovuta: 150 euro – pagamento 20 maggio 2017

150 x 3,75 :100 = 5,63 euro (sanzione)

150 x 0,2 x 15 : 36.500 = 0,01 euro (interessi legali – per i giorni di ritardo dal 17 dicembre 2016 al 31 dicembre 2016)

150 x 0,1 x 140 : 36.500 = 0,06 euro (interessi legali – per i giorni dal 1 gennaio 2017 al 20 maggio 2017)

150 + 5,63 + 0,01 + 0,06 = 155,70 euro (IMU comprensiva di sanzione e interessi legali).

Acconto IMU 2017

Se non hai pagato l’acconto dell’IMU entro il 16 giugno o se, per errore, l’hai pagato solo in parte, puoi ancora versare l’importo per intero o come integrazione a quanto già pagato con una di queste 4 modalità:

• Ravvedimento operoso SPRINT

Se paghi entro il 30 giugno 2017 (14 giorni dopo la scadenza del 16 giugno), devi pagare una sanzione dello 0,1% per ciascun giorno di ritardo + gli interessi legali dello 0,1% annuo (tasso di interessi legali dal 1° gennaio 2017). Entrambi si calcolano sull’imposta ancora dovuta.

 

Giorni di ritardo 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15
Sanzione ridotta 0,1% 0,2% 0,3% 0,4% 0,5% 0,6% 0,7% 0,8% 0,9% 1% 1,1% 1,2% 1,3% 1,4% 1,5%

 




Esempio

IMU dovuta: 150 euro - pagamento 22 giugno 2017.

150 x 0,6 : 100 = 0,90 euro (sanzione)

150 x 0,1 x 6 : 36.500 = 0,00 euro (interessi legali - per i giorni di ritardo dal 17 giugno al 22 giugno 2017)

150 + 0,90 + 0,00 = 150,90 euro (IMU comprensiva di sanzione e interessi legali).


 • Ravvedimento operoso BREVE

Se paghi dal 1 luglio al 16 luglio 2017 (da 15 a 30 giorni dalla scadenza del 16 giugno), 
devi pagare una sanzione dell’1,5% + gli interessi legali dello 0,1% annuo (tasso di interessi legali dal 1° gennaio 2017). Entrambi si calcolano sull’imposta ancora dovuta.

Esempio

IMU dovuta: 150 euro - pagamento 6 luglio 2017.

150 x 1,5 : 100 = 2,25 euro (sanzione)

150 x 0,1 x 20: 36.500 = 0,01 euro (interessi legali – per i giorni di ritardo dal 17 giugno al 6 luglio 2017)

150 + 2,25 + 0,01 = 152,26 euro (IMU comprensiva di sanzione e interessi legali).


• Ravvedimento operoso INTERMEDIO

Se paghi dal 17 luglio al 14 settembre 2017 (da 31 a 90 giorni dalla scadenza del 16 giugno), devi pagare una sanzione dell’1,67% + gli interessi legali dello 0,1% annuo (tasso di interessi legali dal 1° gennaio 2017). Entrambi si calcolano sull’imposta ancora dovuta.

Esempio

IMU dovuta: 150 euro - pagamento 21 agosto 2017.

150 x 1,67 :100 = 2,51 euro (sanzione)

150 x 0,1 x 66: 36.500 = 0,03 euro (interessi legali – per i giorni di ritardo dal 17 giugno al 21 agosto 2017)

150 + 2,51 + 0,03 = 152,54 euro (IMU comprensiva di sanzione e interessi legali).


• Ravvedimento operoso LUNGO

Se paghi dopo il 90° giorno di ritardo (dal 15 settembre 2017) e comunque  entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno in cui è stata commessa la violazione  (30 giugno 2018), devi pagare una sanzione del 3,75% + gli interessi legali dello 0,1% annuo (tasso di interessi legali dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2017). Entrambi si calcolano sull’imposta ancora dovuta.

Esempio

IMU dovuta: 150 euro - pagamento 24 settembre 2017.

150 x 3,75 :100 = 5,63 euro (sanzione)

150 x 0,1 x 100: 36.500 = 0,04 euro (interessi legali – per i giorni di ritardo dal 17 giugno al 24 settembre 2017)

150 + 5,63 + 0,04 = 155,67 euro (IMU comprensiva di sanzione e interessi legali).

Saldo IMU 2017

Se non hai pagato il saldo dell’IMU entro il 18 dicembre 2017 o se, per errore, l’hai pagato solo in parte, puoi ancora versare l’importo per intero o come integrazione a quanto già pagato con questa modalità:

• Ravvedimento operoso SPRINT

Se paghi entro il 1° gennaio 2018 (14 giorni dopo la scadenza del 18 dicembre), devi pagare una sanzione dello 0,1% per ciascun giorno di ritardo + gli interessi legali dello 0,1% annuo (tasso di interessi legali dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2017). Entrambi si calcolano sull’imposta ancora dovuta.

 

Giorni di ritardo 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15
Sanzione ridotta 0,1% 0,2% 0,3% 0,4% 0,5% 0,6% 0,7% 0,8% 0,9% 1% 1,1% 1,2% 1,3% 1,4% 1,5%



Esempio

IMU dovuta: 150 euro - pagamento 24 dicembre 2017.

150 x 0,6 : 100 = 0,90 euro (sanzione)

150 x 0,1 x 6 : 36.500 = 0,00 euro (interessi legali - per i giorni di ritardo dal 17 al 24 dicembre 2017)

150 + 0,90 + 0,00 = 150,90 euro (IMU comprensiva di sanzione e interessi legali).

 • Ravvedimento operoso BREVE

Se paghi dal 2 gennaio 2018 al 17 gennaio 2018.

• Ravvedimento operoso INTERMEDIO

Se paghi dal 18 gennaio 2018 al 18 marzo 2018.

• Ravvedimento operoso LUNGO

Se paghi dopo il 90° giorno di ritardo (dal 19 marzo 2018) e comunque  entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno in cui è stata commessa la violazione  (30 giugno 2018).

Come pagare

Puoi usare il programma di ANUTEL e stampare il modello F24 già compilato. La procedura è molto semplice, e tiene già in considerazione la sanzione e gli interessi legali.

Se invece compili il modello F24 a mano guarda nella pagina di approfondimento il paragrafo: "come si paga il modello F24", in più ricordati di barrare la casella "Ravv", che indica che il tuo pagamento è un ravvedimento operoso.

Ti ricordiamo i codici tributo che devi indicare:

Ravvedimento IMU

Codice catastale del Comune:  I 690

Codici tributo per la quota da versare al Comune:

 3912 IMU - imposta municipale propria su abitazione principale e relative pertinenze art.13,c.7,d.l. 201/2011- COMUNE
 3913 IMU - imposta municipale propria per fabbricati rurali ad uso strumentale - COMUNE;
 3914 IMU - imposta municipale propria per i terreni - COMUNE
 3916 IMU - imposta municipale propria per le aree fabbricabili - COMUNE;
 3918 IMU - imposta municipale propria per gli altri fabbricati - COMUNE;
 3930 IMU - imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – INCREMENTO COMUNE.

Codici tributo per la quota riservata allo Stato:

 3925 IMU - imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – STATO.

Alla voce “rateazione” non va indicato alcun codice.


Riferimenti normativi
- Art. 13 Decreto Legislativo 18.12.1997 n. 472, modificato dalla Legge 13.12.2010 n. 220, art. 1, commi 20 e 22 e dal Decreto Legge 06.07.2011 n. 98, art. 23, comma 31 convertito con modificazioni dalla Legge 15.07.2011 n. 111;
- Art. 10 Decreto Legge 35 dell’ 8.04.2013 modificato dalla Legge 6.06.2013 n. 64;
- Circolare Agenzia delle Entrate n. 23/e del 09.06.2015;
- Legge 28 dicembre 2015, n. 208 (Legge di stabilità 2016).

IMU - ravvedimento operoso: cosa fare se paghi in ritardo si trova in:

STAMPA

Ufficio

IMU - Imposta Municipale Propria
via Benedetto Croce n. 12
Sesto San Giovanni (Mi)
tel:centralino: 02/24966000
fax:02/24966904
per contattarci

 

© 2001-2015 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968, C.F. 02253930156
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su