Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

Parchi

Microgiardini...grandi idee

Nove aree verdi della città incolte o senza identità... 

Le abbiamo selezionate e affidate alla fantasia e alla competenza di architetti, designer ed agronomi.
Il risultato sono 22 progetti preliminari, uno più suggestivo dell’altro, che daranno nuova vita e impulso ai nove Microgiardini.

Quattro dei nove microgiardini sono già finiti!

Via manzoni

Il microgiardino si trova tra le corti rurali di via Manzoni e via Verdi, a pochi passi dal suggestivo monastero di San Nicolao.
Questo piccolo giardino in piena "Sesto vecchia" è nato grazie anche alla collaborazione con il condominio che ha ristrutturato le sue parti comuni.
Il nome, La corte dei fili, è tutto un programma, e richiama la memoria e la storia del quartiere in cui troneggiava l’antica filanda di villa Puricelli Guerra.
Il risultato è una serie di richiami all’idea del filo di seta. Un assaggio? Il cancello che invita i passanti ad entrare: non un semplice cancello, bensì dei tondini d’acciaio colorati di bianco che rievocano l’immagine di tanti fili bianchi che si allungano verso il cielo...

Via Vobarno

Il microgiardino è stato chiamato “Giardino Montessori” perché nasce come riqualificazione del giardino della scuola montessoriana costruita negli anni  ‘30 al villaggio Falck, oggi in attesa di una riconversione.
Il progetto del microgiardino esalta la natura “selvaggia” del sito, offrendosi nello stesso tempo all’accoglienza di bimbi e genitori, adulti e anziani.
Si offre inoltre come luogo della memoria, attraverso una galleria di grandi immagini fotografiche che rappresentano il passato del quartiere.

Via Marsala

Il “Salotto dell’albicocco”, microgiardino di via Marsala, valorizza uno spazio “dimenticato”, trasformandolo in una piacevole area per la lettura ed il gioco, attraverso una soluzione molto innovativa: una piccola collina artificiale che inattesa appare al termine del vialetto di ingresso.
Ghiaia colorata, un grande catalogo di arbusti e di piante aromatiche, sedie libere che i cittadini possono posizionare a loro piacimento caratterizzano un progetto intimo come un giardino di casa.

Via Fermi

Atmosfere sonore” è il nome suggestivo di questo microgiardino.
Sorge nel centro della città, è vicino alla biblioteca civica ed è uno spazio colorato, giovanile e tecnologico, dove nell’arredo la vetroresina rossa convive con candida ghiaia, alberi e gran copia di nuovi arbusti.
Il tema di ciò che si può percepire piacevolmente non solo con la vista, ma anche con l’udito, è centrale: dal cinguettio proveniente dai nidi artificiali che sono stati posizionati nel giardino, alle installazioni sonore a basso volume che riproducono situazioni e sensazioni ambientali registrate in tutto il mondo  (quasi una piccola piazza sestese che diventa una piazza “planetaria”) o appositamente prodotte per il microgiardino da giovani audio-artisti.
L’illuminazione a led completa l’opera, valorizzando un tratto dell’antico muro della villa De Ponti.

I partner

Il progetto è stato promosso dal Comune di Sesto e realizzato da CS&L Consorzio Sociale in collaborazione con il gruppo di ricerca Green Design, che adotta tecniche low cost di impianto e gestione del verde, ed è stato reso possibile anche grazie all’intervento economico della Fondazione Banca del Monte della Lombardia

Le azioni

L’inusuale gruppo di lavoro ha presidiato le aree, scattato foto, video, preso appunti e immaginato percorsi e strategie per dare un volto nuovo ai microgiardini: ha parlato con la gente, ha chiesto impressioni e suggerimenti, ha stilato un dossier con tutte le informazioni raccolte.

Il concorso

E’ stato rivolto a gruppi di giovani professionisti under 32 costituiti obbligatoriamente da un architetto, un agronomo e un designer. Tra i trentotto gruppi che hanno chiesto di partecipare, ne sono stati scelti otto, ai quali sono stati affidati i dossier relativi ai microgiardini: i gruppi selezionati hanno presentato ventidue progetti preliminari.

Infine, una commissione composta dai rappresentanti dell’Amministrazione Comunale e della Fondazione Banca del Monte di Lombardia, e da esperti indicati dal gruppo di lavoro Green Design, ha scelto quattro progetti che verranno realizzati entro la prossima estate con i fondi già a disposizione, mentre per la realizzazione degli ulteriori cinque si dovrà attendere lo stanziamento di altri fondi pubblici o risorse provenienti da sponsor privati.  

Gli scenari futuri

A fine progetto, il Comune attiverà una campagna di sensibilizzazione per stimolare i cittadini ad "adottare" i nuovi Microgiardini: corsi di formazione, supporto informativo e accompagnamento per operare correttamente in azioni di cura e manutenzione dei giardini.

Tutti i progetti preliminari in concorso:

Microgiardino di via Manzoni:
Progetto "La corte di fili": scarica la relazione; scarica la tavola
Progetto di Pavan, Frappi, Ciabò: scarica la relazione; scarica la tavola

Microgiardino di Via Gorizia:
Progetto "Fontana 3": scarica la relazione; scarica la tavola
Progetto "Drops": scarica la relazione; scarica la tavola

Microgiardino di via Vobarno:
Progetto di Costello, Pozzoli, Quaia, Veneri: scarica la relazione; scarica la tavola
Progetto "Dissesto vegetale: scarica la relazione; scarica la tavola

Microgiardino di via Marsala:
Progetto di Costello, Pozzoli, Quaia, Veneri: scarica la relazione; scarica la tavola
Progetto "Il giardino dell’albicocco": scarica la relazione; scarica la tavola

Microgiardino di via Salvo d’Acquisto
Progetto "Parentesi verde": scarica la relazione; scarica la tavola
Progetto "Rosso Campari": scarica la relazione; scarica la tavola

Microgiardino di via Salvemini
Progetto "Il piccolo minimondo": scarica la relazione; scarica la tavola
Progetto "Passando per via Salvemini": scarica la relazione; scarica la tavola
Progetto "Shift the landscape!": scarica la relazione; scarica la tavola
Progetto "Birdgardening": scarica la relazione; scarica la tavola
Progetto "L’amore ai tempi del colore": scarica la relazione; scarica la tavola
Progetto "Avanzi di verde che avanza": scarica la relazione; scarica la tavola

Microgiardino di via Picardi
Progetto "Filantropia è Sesto San Giovanni": scarica la relazione; scarica la tavola
Progetto "Parco botanico": scarica la relazione; scarica la tavola

Microgiardino di piazza della Resistenza
Progetto "Un gioco in Comune": scarica la relazione; scarica la tavola
Progetto "Appropriazione temporanea": scarica la relazione; scarica la tavola

MIcrogiardino di via Fermi
Progetto "Stare Fermi aiuta a pensare": scarica la relazione; scarica la tavola
Progetto "Atmosfere sonore": scarica la relazione; scarica la tavola


 

Microgiardini...grandi idee si trova in:

STAMPA

immagine di uno dei microgiardiniimmagine di uno dei microgiardiniimmagine di uno dei microgiardini

Ufficio

Servizio Arredo aree verdi
piazza della Resistenza n. 20
Sesto San Giovanni (Mi)
fax:02.2496442
per contattarci

Icona dei videoincontri
Guarda il video sulla presentazione del progetto Microgiardini

 

© 2001-2015 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968, C.F. 02253930156
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su