Vai al menu | Vai al contenuto

Rss

Promuovere l'ambiente

La disinfestazione dalle zanzare

Le zanzare sono un fastidio estivo che coinvolge tutti e, proprio per questo, la lotta a questi insetti va combattuta da tutti, in modo collaborativo. Le zanzare infatti si riproducono ovunque sia presente un piccolo deposito d’acqua (anche stagnante), che permette la schiusa delle uova.

Il Comune ha programmato interventi di disinfestazione, ma questi hanno più efficacia se sono accompagnati da comportamenti utili a prevenire la proliferazione delle zanzare. 
Ecco, quindi, cosa bisogna fare per combatterle.

Cosa deve fare il Comune

Da aprile a settembre 2018 Il Comune mette in atto interventi periodici di disinfestazione larvicida, mirata cioè a uccidere gli insetti nella fase di larva (non adulta). Questa disinfestazione avviene inserendo prodotti larvicidi in tutte le caditoie (i tombini con le fessure) delle strade e dei parchi della città. Questi tombini sono più di 9.000!
Per non incidere negativamente sull’ambiente, la disinfestazione viene fatta in modo mirato e con prodotti a bassa tossicità.

Ecco il calendario degli interventi previsti nel 2018:
- 23 aprile 
- 21 maggio
- 18 giugno
- 9 luglio
- 6 agosto
- 3 settembre 

Cosa devono fare i cittadini

Per sconfiggere le zanzare, ognuno deve fare la sua parte! Il Comune ha emanato un’ordinanza che indica tutto quello che bisogna fare, nella quotidianità, per evitare la proliferazione delle zanzare.

Tutti

• eliminare qualsiasi ristagno d’acqua nelle aree verdi, nei cortili, sui balconi e nei terrazzi che devono essere mantenuti in perfetto stato di ordine e di pulizia
• non abbandonare oggetti e contenitori (come ad esempio barattoli, bidoni, cisterne, copertoni) dove possa raccogliersi l’acqua piovana o coprirli ermeticamente
• svuotare giornalmente (non nei tombini)  i contenitore di uso comune (come bacinelle, bidoni, secchi e annaffiatoi) e, se possibile, lavarli e capovolgerli.

Condomini e i proprietari di edifici

• ispezionare, pulire e trattare, da aprile a ottobre, con prodotti disinfestanti larvicidi, le caditoie interne ai tombini nei giardini e cortili
• effettuare due trattamenti invernali di disinfestazione, a distanza di 20 giorni uno dall’altro in cantine, locali caldaia, locali pompe di sollevamento, solai, vasche settichee camere di ispezione della rete fognaria

Consorzi, aziende agricole e a chiunque abbia animali per allevamento

• curare il perfetto stato di tutti gli impianti idrici per evitare raccolte, anche temporanee, di acqua stagnante
• fare disinfestazioni periodiche dei focolai larvali e degli spazi verdi

Responsabili dei cantieri edili

 eliminare i ristagni di acqua occasionali
• sorvegliare il deposito all’aperto di materiale vario per evitare che si formino pozze che durano più di  72 ore
• fare disinfestazioni larvicide o adulticide, se ci sono zanzare

Chi raccoglie copertoni di auto o simili

• conservare i copertoni in aree coperte o, in alternativa, disporli a piramide e ricoprirli con teli, dopo averli svuotati dall’acqua
• eliminare e raccogliere in luoghi chiusi gli pneumatici fuori uso e non più utilizzabili, dopo averli svuotati da ogni contenuto di acqua.

La disinfestazione dalle zanzare si trova in:

STAMPA

zanzara

Ufficio

Tutela ambientale e bonifiche
piazza della Resistenza n. 20
Sesto San Giovanni (Mi)
fax:02/2496442
per contattarci

 

© 2001-2015 Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza, 20 - CAP 20099, tel. 02.24961, P.IVA 00732210968, C.F. 02253930156
Il portale del cittadino dal 20/08/01 è iscritto nel registro dei periodici (n.1536) del Tribunale di Monza

Torna su